Juventus-Frosinone, Capozucca: “Incontriamo una squadra fortissima. Salvezza? Il presidente ci chiede dignità e noi…”

Juventus-Frosinone, Capozucca: “Incontriamo una squadra fortissima. Salvezza? Il presidente ci chiede dignità e noi…”

Le dichiarazioni rilasciate dal dirigente del club ciociaro, Stefano Capozucca, in vista della sfida di Serie A che vedrà la Juventus ospitare questa sera il Frosinone

Dire che è una partita proibitiva è un luogo comune, pensare di andare a Torino credendo che sia facile non va bene. Sappiamo che incontriamo una squadra fortissima

Interviene così, intercettato dai microfoni di Tuttomercatoweb, Stefano Capozucca. Il dirigente del club ciociaro ha presentato attraverso le seguenti dichiarazioni la gara di questa sera, valevole per il campionato di Serie A, che vedrà la Juventus ospitare il Frosinone all’Allianz Stadium, soffermandosi inoltre sul recente successo ottenuto dai giallazzurri sul campo della Sampdoria, sul caso Icardi che tiene attualmente banco in casa Inter e pure in merito al prossimo ostico impegno di Champions League dei bianconeri.

La Juve giorno 20 sarà impegnata a Madrid contro l’Atletico. Potrebbe correre il rischio di sottovalutarvi.
No. Ha un allenatore che tiene sempre il gruppo concentrato al massimo. Alla domanda sulla Champions League, Allegri ha detto di pensare al Frosinone. La Juve non snobba nessuna partita“.

Voi contro la Sampdoria avete sorpreso tutti portando a casa la vittoria.
Vittoria importante per ambiente, presidente e tifosi. Il nostro presidente al di là della speranza di salvarci chiede dignità. E il Frosinone ha grande dignità, bravo anche il nostro allenatore a trasmettere la giusta mentalità“.

La Juventus in Champions League: come la vede?
L’Atletico Madrid è una squadra che non fa giocare bene l’avversario. Per la Juve non sarà facile. Auguro a tutto l’ambiente juventino di poter raggiungere un traguardo importante come la Champions“.

Direttore, per voi la salvezza ora non è più impossibile.
Guardiamo noi stessi. A poche partite dalla fine vedremo. Oggi ci sono squadre che non hanno a che vedere con la classifica attuale, vedi il Cagliari“.

All’Inter tiene banco, ancora, il caso Icardi.
Marotta è un dirigente navigato oltreché molto capace. Giudicare da fuori non è giusto, bisogna conoscere le situazioni da dentro. Non entro nel merito della questione perché a volte le cose non sono come sembrano“.

Clicca qui per il resto dell’intervista al noto dirigente del club ciociaro(Frosinone, Capozucca: “Ecco perché non abbiamo preso Aleesami. Palermo-Brescia? L’arma in più dei rosanero…”)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy