Frosinone, Stirpe attacca il Palermo: “Stagione condizionata dai rosanero, i processi hanno rallentato le nostre operazioni”

Frosinone, Stirpe attacca il Palermo: “Stagione condizionata dai rosanero, i processi hanno rallentato le nostre operazioni”

Le dichiarazioni del presidente del Frosinone, Maurizio Stirpe, poche ore dopo l’esonero di Moreno Longo

“La nostra stagione è stata condizionata dal Palermo”, così il presidente del Frosinone, Maurizio Stirpe, giustifica il deludente inizio di campionato dei ciociari.

Un avvio di stagione da dimenticare quello dei gialloblù, penultimi con soli 8 punti: a pagarne le spese il tecnico Moreno Longo, esonerato nelle scorse ore.

Frosinone, ufficiale: esonerato Moreno Longo, in arrivo Baroni

Il presidente, dopo aver comunicato il ribaltone tecnico sul sito ufficiale attraverso un comunicato, ha indetto una conferenza stampa straordinaria, per spiegare i motivi che l’hanno spinto a dare il ben servito al giovane allenatore, e chiamare, al suo posto, Marco Baroni.

Tra i tanti temi trattati, Stirpe, è tornato a parlare anche del club rosanero, attribuendogli, in parte, le colpe della loro mancata serenità.

Di seguito, le sue dichiarazioni.

“Noi abbiamo iniziato la stagione in ritardo condizionati dalla vicenda Palermo. I processi con i rosanero hanno rallentato tutte le nostre operazioni. Abbiamo finito la stagione il 16 giugno e un altro mese lo abbiamo perso per attendere le sentenze che coinvolgevano noi e il Palermo. Il Frosinone ha iniziato a giochicchiare in ritardo di un mese a causa di tutte queste situazioni. Adesso, rinforzeremo, senza dubbio la squadra”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy