Serie B, il comunicato del Foggia: “Si dia immediata esecuzione al provvedimento giudiziale”

Serie B, il comunicato del Foggia: “Si dia immediata esecuzione al provvedimento giudiziale”

Il club rossonero, prossimo a disputare i play-out dopo essersi visto accogliere l’istanza, spinge perché vengano fissate nel più breve tempo possibile le date delle due sfide contro la Salernitana

I play-out di Serie B si giocano, a deciderlo la Sezione Consultiva del Collegio di Garanzia dello Sport.

Il Foggia, che nei giorni scorsi si era rivolto al TAR, ha ottenuto la possibilità di giocarsi la permanenza in Serie B attraverso lo spareggio salvezza contro la Salernitana. Una decisione che ha sconvolto positivamente il club rossonero che adesso pretende che si fissino nell’immediato le date: probabilmente l’udienza relativa alle sorti del Palermo in programma mercoledì 29 maggio spaventa e non poco la società pugliese. Di seguito il comunicato pubblicato sul sito ufficiale del club rossonero.

Il Foggia Calcio, preso atto del provvedimento del TAR del Lazio emesso in data 23 maggio 2019, che accoglie la richiesta di sospensiva della delibera adottata dal Direttivo della Lega Nazionale Professionisti Serie B in data 13 maggio, ha provveduto a notificare in data 23 maggio u.s. al Presidente della Lega di Serie B, Mauro Balata, e per conoscenza al Presidente della FIGC, Gabriele Gravina, istanza di fissazione immediata dei Play out di Serie B.

Riteniamo imprescindibile e legittimo che i preposti organi competenti, nel regolare e doveroso adempimento delle loro funzioni, diano immediata esecuzione al provvedimento giudiziale accogliendo l’istanza del Foggia Calcio, al fine di evitare gravi ed irreparabili danni, non solo alla scrivente società,ma anche a tutto il sistema calcio ed in particolare alla Lega Nazionale di Serie B. Ribadiamo la volontà di tutelare gli interessi della scrivente società in tutte le competenti sedi al fine di vedere riconosciuti i legittimi e sacrosanti diritti sanciti dalle norme vigenti come applicate dai tribunali competenti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy