Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

le dichiarazioni

Foggia, Zeman: “Avellino costruito per vincere, mi preoccupa una cosa”

Foggia, Zeman: “Avellino costruito per vincere, mi preoccupa una cosa”

Le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico del Foggia alla vigilia della sfida contro l'Avellino

Mediagol (nc) ⚽️

"L'Avellino non perde in casa col Foggia da trent'anni, quando c'ero io". Ha esordito così Zdenek Zeman, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro l'Avellino di Piero Braglia. Il match, valevole per la diciannovesima giornata del Girone C di Serie C, è in programma domenica 19 dicembre, alle ore 14:30, allo Stadio "Partenio-Lombardi". "Ricordo di due vittorie ad Avellino, un 2-0 con doppietta di Baiano, circa 30 anni fa. Ricordo che prese pure schiaffi nel sottopassaggio, perchè l'anno prima era ad Avellino e segnò da ex. La gara di domani è tosta. E' vero che l'Avellino è una squadra di carattere, aggressiva, che si basa molto sui contatti fisici. Noi dovremo evitarli prima che ci vengano addosso. Ma queste sono le squadre tipiche di Braglia. Anche a Foggia ricordo che faceva un gioco aggressivo e fisico", le sue parole.

"L'Avellino ha tante individualità, come Kanouté e Di Gaudio che svariano su tutto il fronte offensivo. E' la squadra che ha perso meno partite, ha preso pochi gol, ma ha pareggiato più di tutte. Dobbiamo essere bravi a trovare gli spazi giusti e metterli in difficoltà. Hanno fatto una squadra per vincere il campionato, noi no. Siamo giovani, stiamo cercando di competere e lo stiamo facendo bene. La mia preoccupazione è che essendo giovani ci lasceremo intimorire dalla loro aggressività. Dobbiamo eliminare tutto e pensare solo a giocare, proveremo come sempre a vincere. Abbiamo giocatori che devono recuperare, non ci sono infortuni politici. Ci sono giocatori che hanno problemi più lunghi, ormai cronici. Penso che Alastra sarà pronto la prossima settimana, mentre Di Grazia e Merola un po' più in là. Per Markic aspettiamo altre consulenze. Vedremo a gennaio cosa si può fare. Sono abituato a lavorare con 15 giocatori, a Pescara eravamo in 14 quando ho vinto il campionato. Non è un problema", ha concluso Zeman.

tutte le notizie di