Foggia in Serie C, il TAR del Lazio blocca in maniera cautelativa la delibera della Lega B sui play-out. I dettagli

Il TAR del Lazio ha sospeso in maniera cautelativa la delibera emessa il 13 maggio scorso dalla Lega B, che aveva sentenziato l’annullamento dei play-out condannando il Foggia alla Serie C

Il Foggia, a cui è stato rigettato il ricorso per la ridefinizione della penalizzazione di 6 punti attribuitagli lo scorso anno, può tornare a sperare.

Il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio ha infatti sospeso in maniera cautelativa la delibera emessa il 13 maggio scorso dalla Lega B, che aveva sentenziato l’annullamento dei play-out condannando il club di Lucio Fares alla Serie C. Nel caso in cui i play-out andassero in scena a giocarsi un posto in cadetteria sarebbero proprio i rossoneri e la Salernitana, a seguito del declassamento del Palermo all’ultimo posto della classifica per gravi irregolarità amministrative. La squadra di Gianluca Grassadonia dovrà tuttavia aspettare martedì 28 maggio, prima data utile in cui si potrà discutere nuovamente sulla questione con una nuova udienza al TAR del Lazio.

Le sorti dei pugliesi dipendono dalla sentenza di secondo grado che la Corte Federale d’Appello emetterà quest’oggi in merito al processo riguardante il club di Viale del Fante. Nel caso in cui, infatti, il verdetto del Tribunale Federale Nazionale sui rosanero venisse ribaltato il Foggia sarebbe ugualmente retrocesso, come sentenziato sul campo, e a disputare i play-out sarebbero Venezia Salernitana. L’udienza avrà inizio alle 14.30, ma l’esito potrebbe arrivare anche nella mattinata di domani. Un epilogo alla controversa vicenda sembra ad ogni modo destinato ad essere raggiunto nei prossimi giorni.

Palermo Calcio, club rosa all’udienza per evitare la Serie C: ecco i possibili scenari

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy