Fiorentina-Inter, Prandelli: “Orgoglioso ma amareggiato, è mancato tatto da parte dell’arbitro. Nell’azione finale il VAR…”

Il tecnico della Fiorentina, Cesare Prandelli, dopo la sconfitta contro l’Inter in Coppa Italia

fiorentina inter

L’amarezza del tecnico della Fiorentina dopo la sconfitta contro l’Inter al 119′.

fiorentina inter

Dopo la sconfitta maturata al 119′, Cesare Prandelli, allenatore della Fiorentina, ha parlato in conferenza stampa in seguito al pesante ko per 1-2 dopo i tempi supplementari contro la compagine nerazzurra, mostrando tutta la sua amarezza per l’azione finale che ha portato al gol decisivo di Romelu Lukaku. Ecco le sue parole: “C’è tanta amarezza ma siamo anche orgogliosi. A un minuto dalla fine potevamo andare ai calci di rigore. L’azione finale doveva essere rivista al VAR, a 30 secondi dalla fine ci voleva un po’ più di tatto da parte del direttore di gara. Le prestazioni nelle ultime partite sono state buone. E’ chiaro che dobbiamo venir fuori dalle zone pericolose. Serve la convinzione per osare in alcuni momenti del match. Cerco di migliorare i giocatori che ho a disposizione. Kouamé? Ha fatto una bella prestazione e non avevo dubbi. Senza trequartisti si può giocare con due punte, ma con un giocatore tra le linee diventa complicato. Mi è piaciuto questo esperimento con Vlahovic e Kouamé ma perché c’erano tre centrocampisti. L’incontro con Commisso? E’ una persona che porta valori importanti nel mondo del calcio. E’ una persona che sa comunicare e mi auguro che si faccia sempre più apprezzare per le sue qualità. Castrovilli? Mi ha dato una risposta. Nel primo tempo si abbassava troppo ma poi in attacco ha dimostrato le sue potenzialità. Ribery già contro il Napoli? Oggi si è allenato molto bene, vediamo quali sono le reazioni in vista del weekend”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy