Empoli, Iachini sull’esonero: “La squadra oggi sarebbe salva, eravamo in linea con gli obiettivi”

Il tecnico marchigiano amareggiato dopo la decisione da parte del club toscano di sollevarlo dall’incarico di allenatore

L’Empoli ha scelto di esonerare Beppe Iachini e di restituire la fiducia ad Aurelio Andreazzoli.

Il tecnico marchigiano è stato sollevato dall’incarico dopo la sconfitta dei suoi in casa della Roma, una decisione forse affrettata visto che il gol del pari era arrivato (poi annullato dal VAR) e la prestazione non era stata troppo deludente. L’ormai ex allenatore del club, a poche ore dall’esonero, ha rilasciato un’intervista a Sky Sport dove ammette tutta la sua amarezza.

“Orgoglio e dispiacere, in queste ore i due sentimenti che si combattono dentro di me sono questi. Orgoglio per quello che abbiamo fatto: ho raccolto una squadra in difficoltà e con il morale basso e insieme ci siamo rialzati. Lo staff, i tifosi, la squadra e la società, che ringrazio per l’opportunità di aver potuto allenare un gruppo con grandi valori. Mi dispiace che non si sia potuto portare a termine il progetto. La squadra, oggi, sarebbe salva e il nostro cammino era in linea con gli obiettivi che ci eravamo posti: valorizzare i giovani, come abbiamo fatto tanto da attirare l’attenzione e l’interesse di grandi club che l’hanno già presi per il futuro, e salvarci. E davanti a noi avevamo un calendario con tanti scontri diretti che potevano rafforzare e consolidare la nostra posizione e portarci alla salvezza, ne sono fortemente convinto anche in virtù della maggiore pericolosità della squadra in fase realizzativa. Porterò sempre l’Empoli nel cuore e sarò sempre un vostro tifoso: ringrazio di avermi regalato un’esperienza bella, mi dispiace sia finita così”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy