Empoli, Iachini: “Niente calcoli, obiettivo salvezza. Io difensivista? Se ho lanciato Icardi, Dybala e Belotti…”

Empoli, Iachini: “Niente calcoli, obiettivo salvezza. Io difensivista? Se ho lanciato Icardi, Dybala e Belotti…”

Le dichiarazioni del tecnico dell’Empoli, Beppe Iachini, in vista del derby contro la Fiorentina

Continua la cavalcata dell’Empoli.

Tre vittorie e un pareggio per la formazione toscana: un ruolino di marcia molto incoraggiante anche, e soprattutto, in vista del derby di domenica sera, al Franchi, contro la Fiorentina di Stefano Pioli.

Dopo un inizio di campionato deludente, dunque, l’Empoli con Beppe Iachini è rinato. Dieci i punti nelle ultime 4 partite, un gioco convincente e un attacco sempre più incisivo, con Nino La Gumina e Ciccio Caputo che guidano il 3-5-2 del tecnico ascolano.

Soddisfatto della crescita dei suoi uomini, Iachini, intervenuto ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, si è così espresso: “Solo Allegri ha fatto meglio di me? Casualità. Il nostro obiettivo resta quello di conquistare la salvezza. Quando ho iniziato il mio lavoro eravamo penultimi. Ora stiamo meglio in classifica, ma dobbiamo crescere. Nella mia carriera ho vinto dei campionati in piazze diverse. Eppure la panchina importante non è mai arrivata, perché nel calcio, come nella vita, a volte ti attaccano delle etichette, difficili, quasi impossibili da staccare. Io sarei un difensivista. Io che ho lanciato Icardi, Dybala, Belotti ed Eder. Io che nella passata stagione ho trasformato Politano in un attaccante esterno capace di segnare più di dieci gol. Io che con una squadra piccola come l’Empoli propongo due punte vere. Quanti in Serie A giocano con due punte?”.

Noi  – ha sottolineato Iachini –, giochiamo con due attaccanti e con tre centrocampisti che hanno un passato da trequartisti. Vi sembra una filosofia da tecnico difensivista? Io cerco equilibrio. Ma grazie al lavoro quotidiano sui movimenti d’attacco La Gumina che era a quota zero reti è già andato due volte a segno e Caputo è uno dei nomi nuovi nella classifica dei cannonieri. Forse qualcuno è rimasto fermo allo Iachini centrocampista guerriero. Ora c’è uno Iachini allenatore che insegna un calcio che è alla ricerca del gol”.

Chiosa finale sul derby, in programma domenica 16 dicembre alle ore 15:00: “Pioli è un mio amico, abbiamo vissuto tanti anni insieme prima a Verona poi a Firenze. Mi dispiace che stia attraversando un periodo difficile. Ma la Fiorentina ha valori importanti, e Chiesa è uno dei gioielli del calcio italiano. Se andremo ad affrontare i viola con presunzione faremo una brutta fine. Ho tanti giovani che hanno poca esperienza, ma che sanno ascoltare i consigli giusti. Un punto lo prenderei volentieri. Però noi andiamo per giocare. Con umiltà, ma con la voglia di dimostrare che questa squadra, giovanissima, sta crescendo in fretta. Di sicuro non faremo calcoli”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy