Empoli, El Kaddouri: “Lo ripeto, siamo più forti del Crotone”

L’intervista all’attaccante dell’Empoli, Omar El Kaddouri, a due giorni dal match contro il Sassuolo.

Domenica l’Empoli potrebbe chiudere quasi definitivamente il capitolo salvezza: contro il Sassuolo di Eusebio Di Francesco, tra le mura dello stadio Carlo Castellani, il match-point per mettere fuori causa il Crotone, impegnato contemporaneamente con il Milan allo Scida (Palermo e Pescara ormai in Serie B).

SERIE A, QUI LA CLASSIFICA AGGIORNATA

I toscani si affideranno ai gol e agli assist di Omar El Kaddouri, vero valore aggiunto da gennaio in poi, quando è venuto a mancare l’apporto di Levan Mchedlidze (infortunato, il georgiano è tornato solamente da poche settimane). Pochi giorni dopo il successo del Meazza contro il Milan, il marocchino in prestito dal Napoli racconta le sue sensazioni ai microfoni di Radio Lady. “Avevo vinto a San Siro contro l’Inter e contro il Milan con la maglia del Napoli, ma non avevo giocato. Con l’Empoli eravamo in un momento un po’ così, ma siamo riusciti a fare due vittorie molto importanti. E questo è ancora più bello – ha detto El Kaddouri -. Il Crotone sta andando molto forte e forse anche grazie a quello abbiamo sentito più pressione. Abbiamo capito che serviva il risultato per stare lontani dalla zona salvezza. Nei giorni scorsi ho detto che eravamo più forti del del Crotone?
Lo ripeto. Noi siamo più forti del Crotone, per il gioco che esprimiamo non meritavamo quella classifica. Quando sono arrivato qua mi hanno chiesto come facevamo a essere in quella zona, nonostante giocassimo bene. Non voglio mancare di rispetto al Crotone, ma io e la squadra dobbiamo pensare di essere più forti di loro per riuscire a salvarci”
.

“Negli ultimi 18 mesi avevo giocato poco e la gente diciamo che si era dimenticata di me. Ora voglio dimostrare a tutti che in Serie A ci posso stare – ha proseguito El Kaddouri -. Com’è stato l’arrivo da Napoli? “Cambia molto da Napoli a Empoli, ma qua mi sto trovando molto bene insieme alla mia famiglia. Si sta un pochino più tranquilli. Mio futuro? Per ora penso solo alla salvezza. L’Empoli però mi ha voluto a tutti i costi e io voglio ripagare questa fiducia. Penso che 6 mesi siano pochi per farlo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy