Legia Varsavia, la rivincita di Pasquato: in Polonia conquista il primo “dublet” della sua carriera…

Legia Varsavia, la rivincita di Pasquato: in Polonia conquista il primo “dublet” della sua carriera…

Cristian Pasquato, attaccante italiano del Legia Varsavia, ha vinto il primo ‘doblete’ in carriera conquistando il Campionato e la Coppa polacca

Un italiano che ha trovato la fortuna all’estero.

Cristian Pasquato, attaccante classe 1989 del Legia Varsavia ha recentemente realizzato il suo primo doblete in carriera (o dublet, se volessimo usare la lingua madre di Karol Józef Wojtyła), vincendo la Ekstraklasa (ossia l’equivalente della nostra Serie A) e la Puchar Polski (la Coppa nazionale polacca). Una stagione non troppo prolifica per il ragazzo nato a Vigonza, se si considerano meramente i dati statistici, con 5 gol e 6 assist in 29 presenze in tutte le competizioni, ma che di certo è una soddisfazione enorme per un ragazzo dal curriculum decisamente travagliato.

Un vero e proprio giramondo, che inizia la sua avventura nella scuola calcio del Padova per poi passare nelle giovanili della Juventus, con cui riuscirà nel 2007 a vincere anche la Supercoppa Primavera battendo l’Inter per 2 a 0: in quella partita segnerà anche un gol su punizione. Il grande exploit lo porta alla convocazione in prima squadra, all’epoca guidata da Claudio Ranieri, e all’esordio in Serie A l’11 maggio 2008 in un Juventus-Catania, subentrando ad Alessandro Del Piero in quello che poteva essere considerato un vero e proprio passaggio di testimone.

Purtroppo però il ragazzo non viene ritenuto pronto dalla società bianconera, che dà così inizio all’epopea di prestiti dell’allora diciannovenne Pasquato: prima in Serie B con le maglie di Empoli (dove giocherà due anni) e Triestina; poi con quelle di Torino, Bologna e Padova; e infine con Pescara e Livorno, per poi tornare tra le file dei biancoazzurri durante il mercato invernale dello stesso anno.

Siamo ormai giunti all’estate del 2016, e Pasquato, che nel frattempo ha compiuto ventisette anni, decide di cercare la tanto amata stabilità lontano da un paese in cui non è mai riuscito a trovare continuità e fiducia. Passa così al Krylya Sovetov Samara, società russa, dove nonostante le sue 5 reti non riesce ad evitare la retrocessione in seconda divisione e torna dunque nuovamente a Torino

Ed ecco che, con l’Agosto del 2017, arriviamo finalmente al punto di partenza della nostra narrazione, quando l’attaccante viene ceduto al Legia Varsavia, firmando un contratto biennale. Questo dunque il motivo di tanta gioia: un ragazzo che ha vissuto la sua personalissima Odissea e che finalmente sembra aver trovato la sua Itaca, immersa nei verdi giardini di Varsavia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy