Argentina, Maradona su Messi: “L’ho visto piangere come un bambino di 5 anni…”

Argentina, Maradona su Messi: “L’ho visto piangere come un bambino di 5 anni…”

El Pibe de Oro ha parlato del suo rapporto con Lionel Messi, da sempre considerato il suo erede

A tutto Diego Armando Maradona.

Dopo aver annunciato il ritiro per poi ritornare sui suoi passi soltanto alcuni giorni dopo, El Pibe de Oro sta continuando la sua esperienza sulla panchina del Gimnasia La Plata, e sta continuando una ardua lotta per tentare di non dire addio alla Primera Division.

Spagna, il progetto di Christian Bragarnik: acquistare l’Elche e affidare la panchina a Maradona

Nel corso di una lunga intervista rilasciata ai microfoni de El Libero, Maradona ha parlato di molte tematiche legate alla sua vita privata e alla sua carriera da giocatore, primo tra tutti la morte dei propri genitori, evento che lo ha molto segnato a livello emotivo: “Non ho mai smesso di essere felice, l’unico problema è che i miei ‘vecchi’ mi hanno lasciato. Darei tutto quello che ho oggi perché mia madre appaia da quella porta. Sono cresciuto con amore“.

Gimnasia La Plata, Maradona senza filtri: “Tifosi speciali, diversi da River e Boca. Io e la droga…”

El Diez ha riscritto la storia del calcio non soltanto per le sue vittorie con i club, ma forse ancora di più per i suoi trionfi con la maglia della sua amata Argentina, che ha trascinato alla vittoria del Mondiale del 1986 giocato in Messico durante il quale realizzò uno dei gol più belli di questo sport. Maradona fu protagonista anche nel Mondiale del 1990 giocato in Italia, quando guidò i suoi connazionali fino alla finale persa poi 1 a 0 contro la Germania. Una delle gare più belle di quella competizione fu sicuramente la storica gara contro il Brasile in occasione degli ottavi di finale, decisa dal gol di Claudio Caniggia. Di quella partita Diego ha raccontato un particolare aneddoto: “Avevo una caviglia gonfia e Madero mi ha detto che non potevo giocare perché non entrava l’ago, ma io gli dissi di guardare mentre provava e alla fine entrò“.

Infine inevitabile parlare di Lionel Messi, con cui da sempre è in lotta per il titolo di miglior giocatore della storia: a differenza di Maradona, La Pulga non è mai riuscita a lasciare il segno con l’albiceleste. Un risultato negativo che però non condiziona il giudizio di Maradona, che ha esaltato l’attaccamento alla maglia di Messi: “Sono un amico di LeoL’ho visto piangere sotto la doccia quando abbiamo perso una partita 4-0, mentre i suoi compagni di squadra cercavano voli per tornare a casa prima. Ho visto Messi piangere come un bambino di cinque anni“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy