Crotone, Zenga risponde alla curva del Milan: “Insulti? Significa essere importante, orgoglioso di tifare Inter. Ma mia madre…”

Crotone, Zenga risponde alla curva del Milan: “Insulti? Significa essere importante, orgoglioso di tifare Inter. Ma mia madre…”

Il tecnico del Crotone ha replicato agli insulti subiti nel corso del match contro il Milan: fischi, insulti e cori anche contro la madre defunta

Il Crotone di Walter Zenga esce sconfitto da San Siro, il Milan vince di misura grazie al gol di Leonardo Bonucci.

Vittoria per 1-0 per Gennaro Gattuso nella sfida tra ex tecnici rosanero, accoglienza non proprio dolce per l’ex Spiderman nerazzurro Zenga da parte della curva rossonera. Fischi ed insulti, tra i quali quelli riferiti alla madre defunta del tecnico pitagorico, sfottò tipici per gli ex componenti delle rose dell’Inter che fanno visita alla “Scala del calcio”. Al termine del match, rispondendo alle domande dei giornalisti presenti in sala stampa, Zenga ha replicato ai tifosi rossoneri: “Mi aspettavo un’accoglienza diversa da parte della curva del Milan? No, perché avrei dovuto? Sono interista e fiero di esserlo, facciano ciò che vogliono. Mia madre però è morta, mi sembra di dubbio gusto, ma non mi importa. Non mi aspettavo nulla di particolare, questo mi da la soddisfazione di aver fatto parte di un’era dove vengo riconosciute le persone che sono avversarie. E’ atto di onore nei miei confronti. Rocrdate: è sempre più brutta l’indifferenza, l’indifferenza significa che non conti nulla”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy