Crotone, Ursino: “Pensavamo di giocare in Serie A. Ecco come rilanciare il calcio italiano…”

Crotone, Ursino: “Pensavamo di giocare in Serie A. Ecco come rilanciare il calcio italiano…”

Il ds dei rossoblù ha espresso la sua opinione in merito al mancato ripescaggio in massima serie e alla decisione di far partire il campionato cadetto con 19 squadre

Una grande delusione per non essere ritornato in Serie A.

Questo quanto espresso da Giuseppe Ursino, direttore sportivo del Crotone, che nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni di RMC Sport, ha parlato del mancato ripescaggio dei rossoblù in massima serie: “Vivere l’incertezza della categoria è stata la cosa più difficile di tutte. Ti distrugge sul piano psicologico. Pensavamo seriamente di giocare in Serie A e lo pensavamo dopo aver letto le carte. Purtroppo poi sono accadute altre cose. Adesso siamo in B e pensiamo alla B, iniziando dal match contro il Cittadella. L’avversario più difficile“.

Il club calabrese sarà costretto dunque a giocare in Serie B, che quest’anno è iniziata con soltanto 19 partecipanti, in seguito alla decisione presa dal presidente della Lega B, Mauro Balata. Una scelta che potrebbe essere però ribaltata dal Coni il 7 settembre: “La B rimarrà a 19? Mi aspetto di tutto. Si è guardato alla forma delle cose e non alla sostanza. Sono state cose assurde. Noi però adesso dobbiamo solo pensare a giocare. Il 7 settembre ancora non si sa cosa accadrà“.

Una situazione di caos che certamente rallenta il progresso di tutto il calcio italiano: “Il rilancio del calcio italiano? Siamo ancora in crisi. Siamo senza presidente federale e non si è mai fatta una riforma importante del nostro calcio. Io sono per una Serie A a 18 squadre, una B a 20 e due campionati di Serie C. Ci sono troppi giocatori e dobbiamo puntare sulle qualità: se non si è ad un certo livello bisogna che i ragazzi vadano a cercare un altro lavoro. Con una riforma di questo livello si acquisterebbe in qualità“.

Infine, un commento sul tecnico Giovanni Stroppa e sul possibile acquisto di Floro Flores: “Stroppa? E’ un allenatore metodico, a cui piace il bel gioco. Qualità che noi come club abbiamo sempre ricercato. Floro Flores dagli svincolati? La squadra è completa. Non prendiamo altri giocatori“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy