Emergenza Coronavirus, El Shaarawy: “Sono lontano, ma è un colpo al cuore. Ecco come la Cina ha reagito”

Emergenza Coronavirus, El Shaarawy: “Sono lontano, ma è un colpo al cuore. Ecco come la Cina ha reagito”

L’appello social di Stephan El Shaarawy, attualmente tra le fila dello Shanghai Shenhua, in merito all’emergenza Coronavirus in Italia

Stephan El Shaarawy, tra Cina ed Italia.

L’emergenza Coronavirus, dopo essere nata e avere messo in ginocchio a fine dicembre la Cina, sta adesso attanagliando l’Italia. Il Governo ha, nelle scorse ore, estendendo la zona rossa a tutto il territorio italiano, disposto delle misure restrittive per la popolazione al fine evitare la diffusione dei contagi e preservare la salute pubblica.

Fiorentina, Commisso sull’emergenza Coronavirus: “Sostegno per l’Italia, seguite le regole”

L’attaccante originario di Savona, attualmente tra le fila dei cinesi dello Shanghai Shenhua, sta vivendo in prima persona l’emergenza delle due nazioni più colpite dal Coronavirus. L’ex Milan e Roma, attraverso un post a cuore aperto su Instagram, ha parlato del duro momenti che sta vivendo e ha lanciato un appello a tutta la popolazione italiana.

“Ho vissuto questa situazione ancor prima che coinvolgesse anche l’Italia, e mai mi sarei aspettato potesse arrivare a questi livelli. Sono lontano ma seguo costantemente gli aggiornamenti,leggo delle difficoltà che sta affrontando il mio paese e ogni volta è un colpo al cuore. Penso alla mia famiglia, agli amici e a tutti voi che state passando momenti difficili e frustranti. Voglio però essere fiducioso guardando ad una Cina che sta migliorando, grazie principalmente ad un fattore: IL SENSO DI RESPONSABILITÀ che tutti i cittadini stanno assumendo nell’affrontare questa emergenza. Io mi auguro che questo possa accadere presto anche in Italia. Rispettare le regole di prevenzione e di contenimento è la base per uscirne vincitori. Ora più che mai l’Italia ha bisogno della collaborazione di tutti.
È bello vedere come tanti personaggi famosi e non solo si siano uniti in una “gara” di solidarietà a beneficio delle strutture sanitarie del nostro BEL PAESE e a sostegno di chi sta soffrendo di più. Anche io farò la mia parte, per questo sto lavorando ad una iniziativa benefica che vi comunicherò nei prossimi giorni. #Andràtuttobene solo se prevarrà il buon senso da parte di ogni singola persona”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy