serie c

LIVE Palermo-Vibonese, la conferenza stampa di Baldini: segui la diretta

LIVE Palermo-Vibonese, la conferenza stampa di Baldini: segui la diretta

Le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico del Palermo alla vigilia della sfida contro la Vibonese

Mediagol ⚽️️

04/03/2022 - 16.00
16.24

- 4 mar

FINE CONFERENZA STAMPA

- 4 mar

Ucraina? Tutti siamo interessati a quello che si sta vivendo. Non è che pensiamo solo alla Vibonese, in quanto cittadini europei ciò che succede quotidianamente ci interessa in prima persona. Nessuno vuole la guerra, e nel 2022 non è possibile che serva questo per dimostrare chi ha ragione e chi ha torto, qualsiasi questione ci si trovi ad affrontare. Il più grande crimine non è la guerra, bensì che manchi la cultura per capire dove sta il bene e il male. Il mondo del calcio che cerca di isolare gli atleti russi, per dimostrare che il Paese sta sbagliando, è un iniziativa che può essere giusta, ma quello che non va bene è non lottare per avere una buona cultura di base. Oggi, ingiustamente, le donne fanno le veline e gli uomini i calciatori, questa non è la cultura che dobbiamo trasferire. Non bisogna attrezzare le persone solo per capire cos’è la guerra, ma anche per capire se stessi e gli altri. Lo sport è una parte della nostra vita, ma la cosa più importante sono i diritti degli uomini, come la libertà di parola e di espressione. Queste sono cose che non vanno tolte a nessuno".

- 4 mar

"Le palle gol capitano a tutti, non solo a Brunori. Credo che se la squadra si muove con una certa sinergia, può segnare Brunori così come altri giocatori. Abbiamo anche gli esterni che chiudono sempre l’azione, ci sono molte possibilità".

- 4 mar

"Dall’Oglio? Impossibile lasciare fuori uno dei più bravi che ha il Palermo se è al 100%. È un giocatore del quale non possiamo fare a meno, ha qualità tecniche e tattiche che gli permettono di fare giocate importanti per scardinare le difese avversarie. Abbiamo giocato una partita a Francavilla dove sono state sprecate tante occasioni. Una squadra come la nostra, che gioca per obiettivi importanti, non può permetterselo. Il secondo gol è propiziato da un fallo di mano, ma non per questo bisogna lamentarsi. Dobbiamo essere più forti dell’errore, rappresentando la cultura dei tifosi palermitani. Se facciamo questo, ognuno lotterà per raggiungere questo sogno che oggi sembra impossibile. Se riesco a entrare dentro il cuore dei giocatori, ciò che sto dicendo oggi a voi può diventare in futuro qualcosa di magico. Tifosi allo stadio? Non so perché la gente ancora non sia attaccata al Palermo, sono qui solo da un mese e mezzo. Io però sono sicuro che se riusciamo a giocare delle partite importanti, il Barbera si riempirà come con la Nazionale, ne sono sicuro al 100%".

- 4 mar

Obiettivi? Ci siamo messi in testa di arrivare più in alto possibile. Se giochiamo come a Francavilla, le partite non possono andare sempre in quel modo. Ho fatto vedere la partita ai ragazzi, e in occasione di un fallo di mano ho detto loro di non protestare. Chi protesta si nasconde dietro gli errori arbitrali. Noi rappresentiamo oltre che una squadra di calcio una cultura. Dobbiamo andare avanti facendo crescere le prestazioni sul piano del gioco e del dinamismo, oltre che della concretezza. Tutto ciò va fatto col coraggio senza avere rimpianti. I giocatori rappresentano una città, dei tifosi che vogliono vedere lotta e sacrificio, non 11 giocatori che corrono dietro un pallone. Il fatto di avere questo spirito, del compagno che aiuta, in una terra dove spesso manca lavoro e le situazioni sono difficili, è una cosa bella per i tifosi. Variazioni di formazioni? Non posso dire nulla, se avessi fatto l’allenamento non mi nasconderei. Devo prendere in considerazione diversi giocatori, stasera finito l’allenamento farò le mie valutazioni”.

- 4 mar

Mi auguro che non si sottovaluti l’avversario. Tutta la settimana si è lavorato con la consapevolezza di aver subito una sorta di ingiustizia, nel senso che non meritavamo di perdere a Francavilla. A oggi posso dire che, al 99%, nessuno snobberà questa partita. Lascio l’1 % considerando caso e fatalità. Non vedo nessuna possibilità, anche perché noi dobbiamo giocare non contro gli avversari ma contro noi stessi. Se facciamo questo, avremo molte chance di conquistare questo campionato, migliorando molto partita dopo partita. Ho cercato di analizzare momento per momento. Ho visto i giocatori allenarsi con rabbia e determinazione. I ragazzi non sbaglieranno la partita, hanno lavorato intensamente e pensando all’avversario di turno. Andiamo in campo sapendo quale sarà la lettura della partita. La nostra è una squadra forte e per queste motivazioni avvantaggiata".

16.00

- 4 mar

INIZIA LA CONFERENZA STAMPA DI SILVIO BALDINI

15.15

- 4 mar

Alle ore 16.00 circa l'allenatore del Palermo Silvio Baldini interverrà in conferenza stampa per presentare la gara di Serie C in cui Brunori e compagni affronteranno la Vibonese

tutte le notizie di