Matracia-Mediagol: “Palermo, Santana leader e capitano vero. Mario mi chiama ogni giorno, il suo ritorno in campo…”

Matracia-Mediagol: “Palermo, Santana leader e capitano vero. Mario mi chiama ogni giorno, il suo ritorno in campo…”

Le dichiarazioni rilasciate dal responsabile sanitario del Palermo, Roberto Matracia, in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it

Roberto Matracia racconta nel dettaglio la quarantena fiduciaria del Palermo.

L’emergenza sanitaria legata alla diffusione del COVID-19 e le misure rigorose emanate dal Governo italiano per evitare assembramenti e ridurre al minimo i contatti sociali, con l’obiettivo di azzerare o quasi il rischio di ulteriori contagi, ha avuto grandi ripercussioni significative anche nel mondo del calcio. Le società, infatti, hanno dovuto rivedere i propri piani, tra sospensione dei campionati e rinvii della ripresa degli allenamenti, fornendo ai propri tesserati consulenza e strumenti per proseguire la propria preparazione atletica nelle proprie case in modalità fai da te.

Il responsabile sanitario del Palermo, intervenuto in esclusiva ai microfoni della redazione di Mediagol.it, ha parlato delle modalità con cui medici, preparatori atletici e fisioterapisti stanno lavorando a distanza con i tesserati e, in particolare, con coloro che sono reduci da infortunio e avrebbero necessitato in questi giorni di una maggiore attenzione e specificità nelle cure rispetto ai compagni.

“Come prosegue il recupero di Mario Alberto Santana dopo la lesione del tendine d’achille ed il relativo intervento chirurgico?Santana sta seguendo un piano di lavoro personalizzato, stabilito dal settore medico, fisioterapico e dai preparatori. E’ un atleta eccellente, ma anche un grande capitano. Io e Mario ci sentiamo ogni giorno e mi riferisce costantemente quali sono le condizioni dei suoi compagni ed, eventualmente, se hanno riscontrato qualche problema. E’ un comportamento ammirevole, professionale e di grande carisma. Finora non c’è stato alcun problema né intoppo nel suo percorso di recupero e riabilitazione. Quanto questo tipo di infortunio può condizionare elasticità e funzionalità dell’arto alla ripresa effettiva dell’attività agonistica? Il problema più grave può essere la recidiva, perché nonostante la buona riuscita degli interventi abbiamo riscontrato delle recidive su diversi atleti per quel tipo di infortunio. Il nostro sogno inizialmente era riportare Santana in campo nell’ultima giornata di campionato, per permettergli di festeggiare insieme ai suoi compagni l’auspicabile promozione in Serie C. Adesso, a causa del momento che stiamo attraversando, è però inutile parlare di festeggiamenti, né è possibile discutere delle tempistiche entro cui si potrà tornare in campo. Io sento costantemente i giocatori, li sprono a eseguire le istruzioni dei preparatori atletici. E’ questo il mio compito. Sforzini, dopo la rottura del perone, ha fatto di tutto per recuperare in breve tempo e, proprio perché ha dato il massimo, in un mese è riuscito a tornare in campo. La sua presenza si sentiva sia all’interno dello spogliatoio, che all’esterno”.

In conclusione, Matracia ha rivolto un appello alla popolazione affinché l’emergenza possa essere contrastata nel più breve tempo possibile: “Finora la situazione al Sud è migliore di quella a Nord. Gli operatori sanitari della città di Palermo stanno mettendo il massimo impegno per contrastare la diffusione del virus. Io penso che le misure del Governo siano soddisfacenti, in Sicilia grazie al presidente della Regione Musumeci siamo stati i primi a bloccare gli ingressi. Dobbiamo restare a casa, per il bene di tutti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy