Genoa, Cassata: “E’ dura senza la quotidianità del mio lavoro. Nicola punto di riferimento. Ritorno in campo? Vi dico cosa penso”

Genoa, Cassata: “E’ dura senza la quotidianità del mio lavoro. Nicola punto di riferimento. Ritorno in campo? Vi dico cosa penso”

Francesco Cassata, centrocampista del Genoa, sull’emergenza Coronavirus e la voglia di tornare in campo con i rossoblù

Francesco Cassata e la nostalgia del campo.

Il centrocampista del Genoa, intervenuto ai microfoni di Tuttomercatoweb.com, ha parlato dell’attuale situazione di emergenza, raccontando la propria routine giornaliera tra videogiochi e allenamenti. Ma soprattutto è tanta la voglia, per il classe ’97 di proprietà  del Sassuolo, di tornare a calcare il terreno da gioco con i propri compagni di squadra: “Sto bene, anche se inizia ad essere dura stare senza il campo e la quotidianità del nostro lavoro. Come passo le giornate? Cerco di occupare gli spazi della giornata ovviamente allenandomi, e poi cucinando, leggendo, ma soprattutto giocando alla playstation, abbiamo formato un bel ‘team’ con alcuni amici, tra questi Favilli, Benassi e Berardi“.

Sul tecnico Davide Nicola: “E’ un punto di riferimento per noi, ci tiene aggiornati in continuazione. Anche in questo momento non ha mai staccato la spina, mantenendo così anche noi sempre sul pezzo. C’è stato subito un cambio di rotta dal suo arrivo, ha capito in fretta di cosa c’era bisogno per tentare di fare qualcosa di importante, ha portato idee ed è riuscito a trasmetterci quella sicurezza e fame che prima facevamo fatica a ripetere nel tempo. Molti meriti vanno anche ai compagni nuovi che sono arrivati nella finestra di mercato di gennaio: hanno alzato di molto l’asticella della qualità, ma soprattutto dello spessore umano, cosa che in una piazza come la nostra non deve mai mancare“.

Sul possibile ritorno in campo e sui gol siglati in stagione: “C’è chi ha molta più competenza di me, che lavora ogni giorno per cercare soluzioni che ci portino a tornare a svolgere il nostro lavoro in massima sicurezza. Le scelte che farà chi di dovere le rispetteremo e cercheremo di fare del nostro meglio da professionisti quali siamo. Reti contro Lazio e Milan? Sono stati momenti e gioie importanti per me: adesso sono ancora più convinto dei miei mezzi. Non vedo l’ora di ricominciare per ripartire da dove avevamo lasciato, cercando di raggiungere la salvezza sul campo e di dare delle soddisfazioni alla nostra gente in un momento duro come questo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy