Coronavirus, Palermo verso il lockdown. Il sindaco Orlando: “Zona rossa per evitare una catastrofe”

Al momento, gli attuali positivi nel capoluogo siciliano sono 10.347. E sale anche la mortalità

coronavirus

La situazione relativa ai casi di positività al Covid-19 in quel di Palermo adesso spaventa.

A Palermo sono 10.347 gli attuali positivi, oltre 15 persone contagiate ogni mille abitanti. Il dato, riferito ieri sera dall’Asp, e il più alto fin qui registrato. E con ogni probabilità è destinato a crescere, “visto l’andamento della curva dei contagi e che risulta essere ancora più drammatico alla luce di un evidente incremento della mortalità totale che si registra nel capoluogo siciliano”, riferiscono da Palazzo delle Aquile.

Anche il rapporto sull’andamento della mortalità in Italia evidenzia un incremento della mortalità totale a Palermo. A ottobre i decessi nel capoluogo siciliano sono stati 593, contro una media degli ultimi 5 anni pari a 465 (+128 decessi, pari a +28%). A novembre, invece, sono stati 791, contro una media degli ultimi 5 anni pari a 480 (+311 decessi, pari a +65%). Infine, dal 1° al 29 dicembre le vittime a Palermo sono state 682, contro una media degli ultimi 5 anni pari a 546 (+136 decessi, pari a +25%).

“Mi sembra assolutamente urgente e non più rinviabile che Palermo sia dichiarata zona rossa sia per mettere un freno ai troppi comportamenti irresponsabili e incivili che sono la principale causa della diffusione del contagio, sia per facilitare l’accesso ai ristori economici per tutte le categorie danneggiate dal blocco o dalla riduzione delle attività. Siamo sull’orlo di un abisso, non c’è più tempo da perdere per evitare una catastrofe”. Lo ha detto il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy