Coronavirus, Corsi: “Le perdite sono notevoli. Taglio degli stipendi? Vi dico cosa penso”

Coronavirus, Corsi: “Le perdite sono notevoli. Taglio degli stipendi? Vi dico cosa penso”

Le dichiarazioni di Fabrizio Corsi, presidente dell’Empoli, sulla situazione riguardante il taglio degli stipendi

La parola a Fabrizio Corsi.

Il numero uno dell’Empoli, all’indomani dell’assemblea della Lega B, si è espresso presso il quotidiano La Nazione, in merito alle difficoltà economiche legate all’emergenza Coronavirus, in particolare sul taglio degli stipendi. Di seguito le sue dichiarazioni: “Le perdite sono notevoli in queste settimane di stop a casa di mancati introiti da sponsor, incassi e diritti tv. Il discorso economico è fondamentale perchè il calcio coinvolge tante persone. Se non si gioca bisogna tagliarli per il periodo d’inattività, se dovessimo riprendere invece una riduzione va fatta in base agli ingaggi. Non possono uscire indenni i calciatori da questa tragedia, sarebbe un messaggio negativo. Bisogna sperare che la situazione si risolva. Si può scendere in campo a maggio, anche a giugno e terminare un mese dopo. Se non si ripartisse si potrebbe far retrocedere le ultime due in Serie A e promuovere le prime due in Serie B“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy