Caos tamponi, dottor Nanni: “Un debolmente positivo è positivo, va segnalato e isolato”

Le dichiarazioni rilasciate dal medico social del Bologna

Un calciatore “debolmente positivo” al Covid-19 va trattato come un positivo a tutti gli effetti. Dunque, va segnalato alla Asl e isolato.

Parola di Gianni Nanni. Il medico sociale del Bologna, rappresentante dei medici di Serie A in Commissione Figc, è intervenuto ai microfoni di Tiki Taka, noto talk show di approfondimento dedicato alla Serie A e alle coppe europee, condotto da Piero Chiambretti: oggetto di discussione, anche la necessità di un laboratorio unico per le analisi dei tamponi al fine di evitare risultati diversi.

“Non dobbiamo avere dei laboratori che su questo argomento danno dei risultati diversi: il positivo e il negativo sullo stesso soggetto non possono essere. Un laboratorio centralizzato semplifica problemi ed è più facile avere un metodo che è uguale per tutti. Il fatto di avere laboratori che si esprimono in maniera diversa sullo stesso soggetto, con prelievo fatto nello stesso modo e poca distanza l’uno dall’altro, questo crea qualche imbarazzo: perché uno lo da positivo e un altro lo da negativo? Il gene N e il caso Immobile? Se quel gene riporta positività, quindi individua una positività nel soggetto, questo è positivo. Avessi un giocatore positivo al gene N? Lo dovrei immediatamente segnalare all’ASL, anche se debolmente positivo”, sono state le sue parole.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy