Coppa Italia, Torino-Genoa 6-4 d.c.r: i granata vincono ai rigori, Mazzarri ai quarti di finale

Coppa Italia, Torino-Genoa 6-4 d.c.r: i granata vincono ai rigori, Mazzarri ai quarti di finale

Il commento della sfida tra il Torino e il Genoa, valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia

Il Torino batte il Genoa ai calci di rigore.

Sul campo dello stadio Olimpico è andata in scena la sfida tra il Torino e il Genoa, che si sono affrontati in occasione degli ottavi di finale della Coppa Italia. Partono meglio gli ospiti, che iniziano con la giusta aggressività e trovano la rete del vantaggio dopo 14 minuti con una letale ripartenza. Grande giocata personale del centrocampista di Cassata che parte dalla fascia sinistra, si accentra e salta secco Bremer: palla al centro dell’area di rigore per Favilli che conclude l’azione realizzando la rete dello 0 a 1 a porta spalancata, la sua prima in questa stagione. I padroni di casa reagiscono e al 23′ riescono a riportare il risultato in parità: dopo un rimpallo fortunato la palla arriva a Berenguer, assist per De Silvestri che calcia di prima con il destro e batte Radu, 1 a 1.

Nel secondo tempo parte ancora meglio il Genoa, che mette in mostra tutti gli effetti della cura Davide Nicola e si rende più volte pericoloso dalle parti di Sirigu. Al minuto 66 Schone serve in verticale Favilli, che calcia da posizione defilata con il mancino ma trova la pronta risposta del portiere granata, bravo a deviare in calcio d’angolo. Il Torino fatica ma al 72′ sfiora il vantaggio con un lampo del solito Belotti: cross in direzione del Gallo che colpisce bene di testa, strepitosa risposta di Radu che alza la palla sopra la traversa e salva i suoi compagni di squadra.

Si va ai tempi supplementari, e i padroni di casa vanno ancora una volta vicini al gol vittoria con Bremer, che al minuto 98 colpisce di testa ma ancora una volta Radu risponde con un grande intervento. Il primo dei quindici minuti extra si conclude con l’espulsione di Meite, che lascia i granata in dieci per un fallo commesso su Schone, ricevendo la seconda ammonizione della sua partita. Nel secondo tempo i rossoblù riescono a segnare con Romero, bravo a controllare in area di rigore e battere Sirigu: il direttore di gara annulla però la rete per posizione di fuorigioco.

Nemmeno i supplementari riescono a decretare il vincitore della gara, e si va dunque ai calci di rigore. Dopo una serie di tiri perfetti il primo errore è di Radovanovic, che condanna i suoi compagni di squadra: Berenguer segna il rigore decisivo e porta il Torino ai quarti di finale, dove i granata affronteranno la vincente tra MilanSPAL.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy