Chievo-Monza, Campedelli: “Stanco dell’accanimento contro di noi. Se i vertici federali vogliono farci sparire…”

Lo sfogo del patron del Chievo, Luca Campedelli, al termine del match contro il Monza

Chievo

Dopo la sconfitta interna del Chievo, battuto dal Monza per 1-0, il patron del club “clivense”, Luca Campedelli si sfoga dopo l’arbitraggio del match odierno di Serie B. Di seguito le aspre dichiarazioni del presidente veneto.

“Su Garritano c’è stata un’entrata da codice penale, come si dice in questi casi. Questo ci ha danneggiato anche perché adesso ha una bella distorsione e non so per quanto ne avrà. In quella situazione l’arbitro ha fatto continuare l’azione in maniera veramente per me inspiegabile. A questo punto inizio a pensare che il Chievo sia meglio se sparisca, perché se questo è quello che vogliono i vertici federali è quello che faremo. Non è possibile che ci sia questo accanimento nei confronti dei Chievo, ormai sono 3/4 anni che andiamo avanti con questo accanimento e sinceramente ora basta. Sono veramente stanco e qui parlo da tifoso. Questa è stata una lunga partita incommentabile, una direzione di gara per me non all’altezza del gioco del calcio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy