Chievo-Cagliari, Di Carlo: “Sono arrabbiato, serve un atteggiamento diverso. Dovevamo vincere”

Il tecnico dei clivensi ha parlato al termine della sfida contro i rossoblù

Il Chievo non riesce più a vincere.

In occasione della prima sfida della ventinovesima giornata di Serie Agialloblù hanno ospitato il Cagliari tra le mura dello stadio Marcantonio Bentegodi, alla ricerca di punti fondamentali per conquistare una salvezza che sembra ormai insperata: i rossoblù hanno infatti trionfato con il risultato di 3 a 0 grazie alle reti di Fabio PisacaneJoao Pedro ed Artur Ionita, condannando i padroni di casa all’ultimo posto in classifica.

Al termine del match il tecnico dei clivensi, Domenico Di Carlo, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport, commentando così la prestazione dei suoi uomini: “Sono un po’ arrabbiato, noi non possiamo permetterci di regalare giocatori agli avversari. Stiamo facendo delle buone prestazioni, gol non ne facciamo e ogni tiro in porta subiamo e così sono molto arrabbiato. Devono avere delle letture diverse, l’atteggiamento della squadra deve essere diverso. Abbiamo provato a reagire, ogni fallo poi arriva un’ammonizione. I miei uomini devono fare di più. Le aspettative di oggi erano alte, dovevamo vincere questa partita, però se vengono a mancare due o tre giocatori che abbassano la prestazione diventa tutto più difficile. Dopo il primo gol non mi è piaciuta la reazione della squadra, domani i ragazzi mi sentiranno. Il palo di Stepinski poteva riaprire la partita, è un anno negativo ma dobbiamo essere realisti, dobbiamo giocare di più e lottare di più. Dobbiamo giocare da Chievo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy