Superlega, Ceferin avverte: “I club iscritti non parteciperanno alla Champions League”

Ecco le parole del numero uno della UEFA

superlega

La Champions League potrà essere fantastica anche senza le squadre iscritte ancora alla Superlega.

Queste le dure dichiarazioni rilasciate da Aleksander Ceferin, presidente della UEFA intervenuto – come spesso accaduto negli ultimi giorni – in merito al delicato caso Superlega. La formazione di questo format ‘chiuso’ e riservato ai top club più ricchi d’Europa, è stato copiosamente bandito dal numero uno sloven0, che con pesanti parole ha ribaditi i rischi che corrono le società iscritte a questo tipo di competizione.

Superlega, la condanna di Solskjaer: “Errore gravissimo. Il calcio che conta bisogna guadagnarselo”

Superlega

Ecco le parole di Ceferin, rilasciate nel corso del suo intervento telefonico ad AP News“È chiaro che i club dovranno decidere se sono Super League o se sono un club europeo. Se dicono che sono una Super League, allora non giocano in Champions League, ovviamente … e se sono pronti a farlo, possono giocare nella loro competizione. Stiamo ancora aspettando perizia legale e poi vedremo, ma tutti devono affrontare le conseguenze per le loro decisioni e lo sanno – ha proseguito Ceferin – . Per me, è una situazione molto diversa tra i club che hanno ammesso il loro errore e hanno detto: ‘Lasceremo il progetto’. Gli altri principalmente sanno che direi che questo progetto è morto, ma non vogliono crederci, probabilmente”. 

Europei, Ceferin entusiasta: “Tutte le gare si giocheranno con il pubblico allo stadio”

“Abbiamo concordato durante il comitato esecutivo di metterci in contatto con le federazioni calcistiche, le federazioni nazionali e le leghe interessate. Lo faremo la prossima settimana e vedremo. Sarebbe bello poter vedere cosa possono fare campionati specifici, cosa possono fare le federazioni e cosa può fare la UEFA. Le nostre competizioni saranno fantastiche anche senza queste quattro squadre –  ha proseguito Ceferin in una seconda intervista ai microfoni di De Spiegel – . Adesso possiamo dire che se qualcuno vuole essere egoista, può provare a fare di nuovo la Superlega. Ma ci hanno già provato una volta e hanno fallito”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy