Atalanta-Manchester City, Guardiola: “San Siro è mitico. Razzismo? Spero che Balotelli…”

Atalanta-Manchester City, Guardiola: “San Siro è mitico. Razzismo? Spero che Balotelli…”

Le parole del tecnico del Manchester City alla vigilia della sfida contro l’Atalanta

Guardiola

Il Manchester City sbarca in Italia.

In occasione della quarta giornata dei gironi di Champions League, i Citizens scenderanno sul campo di San Siro per affrontare l’Atalanta, alla ricerca di tre punti fondamentali per conquistare un posto negli ottavi della competizione. Gli inglesi dovranno però vedersela con l’orgoglio della Dea, che avrà l’ultima occasione per continuare a sognare la qualificazione.

Atalanta-Manchester City, Gasperini: “Si riparte da 0-0, San Siro teatro fantastico. Guardiola…”

Alla vigilia della sfida Pep Guardiola, tecnico del City, è intervenuto in conferenza stampa rilasciando le seguenti dichiarazioni: “Questo è uno stadio mitico, ha un’aria molto speciale, almeno le volte che sono venuto qui. Se lo cambiano è per beneficio di Inter e Milan, per avere più risorse e incassi. Non sono molto attento. Qualificazione? Se non è possibile domani, sarà la prossima. Vado partita per partita, spero di vincere domani. Ma dopo hai Shakhtar e Zagreb, vedremo. Domani cercheremo di vincere, di fare la miglior performance, poi vediamo. Forse prima della partita poteva essere, loro sanno la difficoltà. Hanno vissuto per se stessi. Atalanta, zero punti… il primo tempo è stato molto duro, fino al 3-1 è stata una equilibrata. L’Europa fuori è sempre durissima. Io in Italia? Sto molto bene in Inghilterra a Manchester. È una grande settimana per noi, siamo in Italia per giocare contro l’Atalanta. Possiamo qualificarci per gli ottavi di finale, c’è una gara importantissima domenica, dove mancherà ancora tre quarti della stagione. È importantissima per lo stadio, venire a San Siro è sempre una gioia“.

Anche il tecnico spagnolo ha commentato quanto accaduto a Mario Balotelli durante la sfida tra il Verona e il Brescia: “Il razzismo? Succede spesso ultimamente, è colpevole, è un problema di tutta Europa, non solo dell’Italia. Bisogna lottare tutti i giorni a casa, a scuola, è un problema per il calcio. Mi auguro che Balotelli non venga punito, servono gesti importanti per cambiare qualcosa. Serve lottare“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy