Calciomercato Palermo, Lucca al centro dei riflettori: Sassuolo e Udinese sondano il club rosa. Stand by Genoa, Parma e Verona sul bomber. I dettagli

Si arricchisce la schiera delle pretendenti al cartellino dell’attaccante rosanero

palermo

Pianeta Lucca

di Leandro Ficarra

L’eco della sua assenza rimbomba ben oltre i confini del rettangolo verde.

Presente e futuro di Lorenzo Lucca, bomber classe 2000 nativo di Moncalieri, catalizzano in queste settimane l’attenzione di media e addetti ai lavori in casa rosanero e non solo.

Terminale offensivo dall’imponente statura e rimarchevole prestanza atletica, il gigante buono ha impattato con straordinaria personalità la sua prima stagione nel calcio professionistico. Tredici gol realizzati ad impreziosire una parabola evolutiva trasversale, cadenzata da progressi costanti sotto il profilo tecnico, tattico e mentale. Vena realizzativa, vis agonistica, la giusta dose di sana cattiveria calcistica in sede di finalizzazione. Un repertorio di segnature di pregevole fattura, eterogeneo e variegato per modalità e tipologia di escecuzione.

Strapotere fisico in the box ed abilità nel gioco aereo, soluzioni di forza nel cuore dei sedici metri, doti balistiche apprezzabili su palla inattiva dalla media distanza, la capacità di giocare di sponda e coprire la sfera, contribuendo a fare reparto ed alzare il baricentro della sua squadra.

Da intrigante scommessa di prospettiva a giovane stella del Palermo edizione 2020-2021, il passo è stato breve. Lorenzo Lucca ha scalato speditamente le gerarchie a suon di gol pesanti e prestazioni di livello.

Bisbigli e mugugni, figli di valutazioni precipitose e superficiali, a complicare il rodaggio e le fisiologiche difficoltà di inizio stagione.

La ferrea volontà di forgiare una tenuta nervosa e mentale, comprensibilmente in via di formazione, smussando gli angoli sul piano caratteriale, correggendo il tiro dopo qualche stizzosa intemperanza gestuale. Umano rigurgito, seppur mal riposto, di amor proprio e gioventù.

L’infortunio al ginocchio occorsogli a Monopoli, il timore di un lungo stop, l’amarezza di dover uscire di scena nella fase topica della stagione del Palermo. Annata opaca e deludente sul piano collettivo in casa rosanero. Con l’obiettivo minimo dei playoff tenuto in piedi principalmente dai gol dell’ex cantera del Torino. Inutile girarci intorno.

Il ragazzo è ancora all’alba di un percorso professionale tutto da scrivere. Potenzialità di livello e vari aspetti perfettibili in un bagaglio tecnico da strutturare, rifinire ed ottimizzare. Coordinazione ed armonia nell’esecuzione del gesto tecnico, cura e sensibilità nell’applicazione dei fondamentali, automazione di movimenti senza palla finalizzati allo smarcamento ed all’apertura di varchi per gli inserimenti dei compagni. Tratti caratterizzanti da affinare e forgiare con dedizione e cultura del lavoro.  Prototipo moderno del centravanti boa che sembra avere tutte le carte in regola per ritagliarsi una dimensione di livello nel calcio che conta.

Lucca costituisce oggi un patrimonio tecnico e fianziario dal valore inestimabile per il club di proprietà di Hera Hora. Un valore aggiunto in grado di spostare gli equilibri sia in campo che in ottica calciomercato.

Errori gestionali e programmatici, effetto rovinoso dell’incubo Covid-19  a zavorrare i bilanci di una società costretta a ricostituire il capitale sociale ed impiegare in anticipo l’intero budget pianificato per il triennio per far fronte ad impegni e costi di gestione. Il cartellino di Lorenzo Lucca è oggetto di attenzione e desiderio di numerosi club di categoria superiore. Pretendenti ed estimatori, tra Serie A e B, particolarmente colpiti da qualità fisiche e tecniche di un prospetto dagli inesplorati margini di miglioramento.

La plusvalenza realizzabile con la cessione del cartellino del ragazzzo potrebbe costituire un fattore estremamente significativo per una proprietà giovane ma già prossima ad un punto di svolta. Il socio di maggioranza e presidente, Dario Mirri, pubblicamente alla ricerca di nuovi soci investitori o  profili disposti a rilevare per intero il club,  il socio di minoranza, Tony Di Piazza, intenzionato ad uscire di scena dopo aver esercitato il diritto di recesso dal suo quaranta percento delle quote.

Come procede il recupero di Lorenzo Lucca dopo l’infortunio? Riuscirà il numero 17 rosanero a tornare disponibile in ottica playoff? Quali sono i club maggiormente interessati a rilevare il cartellino del giovane bomber? Interrogativi a cui cercheremo di fornire risposte quanto più possibile esaustive nella successiva scheda.

 

Sfoglia le schede per leggere l’articolo completo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy