Genoa-Cagliari, Maran: “Ecco chi sarà disponibile domani. Paloschi? Simile a Simeone, ma…”

Genoa-Cagliari, Maran: “Ecco chi sarà disponibile domani. Paloschi? Simile a Simeone, ma…”

Le parole del tecnico del Cagliari alla vigila della sfida contro il Genoa

Il bisogno di ritrovare i tre punti.

Sono ben nove gare di campionato che il Cagliari non riesce a vincere una partita di campionato: dopo un avvio straordinario e da record, i rossoblù hanno subito un inevitabile calo fisico e mentale, scendendo momentaneamente fino al settimo posto in classifica ma rimanendo comunque nei pressi della zona Europa. Domani i sardi affronteranno il Genoa, che darà il massimo per ottenere un successo fondamentale per allontanare la zona retrocessione.

Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match, Rolando Maran, tecnico del Cagliari, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Tra i non convocati ci sono Pavoletti, Cigarini, Rog e Ceppitelli. Il capitano si è allenato bene ma ha bisogno di ritrovare ritmo. Noi però pensiamo ai presenti. Il sorpasso del Bologna? Pensiamo a noi stessi, la corsa è lunga e difficile ma passa attraverso i nostri risultati. Le prestazioni sono tornate, ora vogliamo confermarci. Rispetto a un girone fa i numeri sono a nostro favore in queste tre partite, per occasioni e possesso palla. La strada è giusta. Difesa a tre o a quattro? Le prepariamo sempre entrambe, dobbiamo essere pronti a cambiare anche a gara in corso. Pereiro ha bisogno di un inserimento graduale, cambia campionato e ha poco minutaggio nel recente passato. Va testato e conosciuto per capire cosa ci può dare, spero di potergli dare la possibilità di integrarsi al più presto. Può essere inserito nel nostro sistema, ha le sue caratteristiche particolari che però non richiedono cambi del modulo. Cragno si era già guadagnato l’azzurro, ora è rientrato ed ha dimostrato di essere tornato come prima: può giocarsi tutte le sue chance a ambire a un posto all’Europeo. Paloschi? Non ha trovato il gol negli ultimi tempi, ma so che caratteristiche ha. Somiglia molto a Simeone, il che però non esclude che possano anche giocare insieme in qualche occasione. Non la vedo una possibilità frequente al momento ma in futuro può essere. L’assenza di Cigarini spesso mi ha fatto scegliere Oliva, altre volte quel ruolo lo ha fatto Nainggolan anche a gara in corso: ho più soluzioni fra cui scegliere“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy