Cagliari, delegazione a Betlemme: una rappresentanza di piccoli atleti nel ricordo di Davide Astori

Cagliari, delegazione a Betlemme: una rappresentanza di piccoli atleti nel ricordo di Davide Astori

Il club sardo, insieme alla Fiorentina, ha dato vita al “Davide Astori Playground” ossia la realizzazione di un campo di calcio a cinque

Evento speciale quello in cui ha partecipato una piccola delegazione del Cagliari.

Questa sera i sardi chiuderanno la 14a giornata di Serie A sfidando tra le mura amiche la Sampdoria di Ranieri. Nel weekend una rappresentanza del club rossoblu ha presenziato a Betlemme in occasione della “Christmas Tree Lighting Ceremony” ossia dell’accensione dell’albero di Natale. I sardi hanno accettato con estrema soddisfazione l’invito del sindaco Salman e alla suddetta cerimonia hanno partecipato con alcuni membri dello staff dirigenziale e soprattutto con alcuni bambini della scuola calcio. L’unione tra le due città è nato con la costruzione e l’apertura del “Davide Astori Playground“, un campo da calcio a 5 realizzato grazie all’intervento economico di Cagliari e Fiorentina in collaborazione con il progetto internazionale Assist for Peace.

Al termine della cerimonia ha parlato il Segretario Generale Sportivo del Cagliari, Matteo Stagno.

Porto i saluti del Presidente Tommaso Giulini e di tutto il Club. Per noi è un vero onore essere presenti qui in una occasione così speciale, dove l’attenzione di tutto il mondo è rivolta a Betlemme in modo ancor più forteGrazie alla Municipalità e al sindaco per l’invito, e per averci coinvolto in un momento tanto sentito, un’occasione per unirsi e celebrare la pace. Tornare qui dopo la meravigliosa esperienza di maggio è ancora più importante: significa che c’è un rapporto che continua, un’amicizia: vorremmo che questo diventasse un appuntamento fisso. Siamo di nuovo nel campo intitolato a Davide Astori che il Cagliari ha realizzato assieme alla Fiorentina e ad Assist for Peace. Il ricordo di Davide è fondamentale, parliamo di una persona che abbiamo conosciuto bene sotto il profilo sia sportivo che umano: un ragazzo che si è fatto sempre portatore di valori come unione, amicizia ed inclusione, che vogliamo siano sempre presenti in questo campo e in questa comunità”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy