Serie A, Brescia-Juventus 1-2: decide Pjanic, i bianconeri vincono ancora in rimonta

Serie A, Brescia-Juventus 1-2: decide Pjanic, i bianconeri vincono ancora in rimonta

Il commento della sfida tra il Brescia e la Juventus, anticipo serale della quinta giornata di Serie A

La Juventus batte il Brescia in rimonta.

Tra le mura dello stadio Mario Rigamonti è andata in scena la sfida tra il Brescia e la Juventus, che si sono affrontati in quella che è stata la seconda sfida della quinta giornata di Serie A. Partono benissimo i padroni di casa, che dopo appena quattro minuti trovano il gol del vantaggio con una bellissima giocata di Sandro Tonali in mezzo al campo e palla per Romulo che serve Donnarumma: il numero 9 calcia subito con il destro e beffa Szczęsny che si fa scappare il pallone dalle mani, 1 a 0. I bianconeri provano a reagire e vanno vicini al pareggio con Rabiot, che dal limite dell’area di rigore calcia al volo con il mancino mandando la palla altissima sopra la traversa.

Giocano molto bene gli uomini di Eugenio Corini che affrontano con coraggio i Campioni d’Italia in carica senza paura di gestire il possesso del pallone e di concedere ripartenze: al 38′ grande occasione per il raddoppio con Cistana, che sugli sviluppi di un calcio d’angolo colpisce di testa senza riuscire ad inquadrare lo specchio della porta. Gli uomini di Maurizio Sarri però reagiscono e al 40′ riescono a riportare il risultato in parità: calcio d’angolo battuto sa Pjanic, la palla viaggia verso il centro dell’area di rigore e tocca la schiena di Chancellor, sfortunato nella deviazione che beffa Joronen1 a 1.

Nel secondo tempo continua ad attaccare la Juventus, che al minuto 53 ha un’importante occasione per andare in vantaggio con Higuain, che si libera del diretto marcatore ma non riesce a battere Joronen, bravissimo nel respingere il suo tiro con i piedi. Passano due minuti e Rabiot calcia a botta sicura dall’interno dell’area: clamoroso il salvataggio di Chancellor sulla linea che si riscatta così dello sfortunato autogol. La rete però è nell’aria e infatti i bianconeri trovano la via del gol al 63′: punizione dal limite calciata da Dybala, sulla respinta della barriera arriva Pjanic che si coordina perfettamente e al volo batte il portiere avversario, 1 a 2 e rimonta completata.

Il Brescia non subisce il contraccolpo psicologico e al minuto 65 va vicinissimo al pareggio con Dessena, che calcia con potenza dal lato sinistro dell’area di rigore e sfiora il secondo palo. In pieno recupero altra occasione per i padroni di casa con Balotelli, che anticipa Bonucci ma di testa non riesce a centrare lo specchio della porta. Il triplice fischio del direttore di gara sancisce la vittoria della Juventus, che vince ancora in rimonta dopo i tre punti conquistato con l’Hellas Verona. Ottima prestazione del Brescia che passa meritatamente in vantaggio ma non riesce poi a mantenere il risultato e a portare a casa punti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy