Brescia, Tonali: “Futuro? Deciderò insieme al mio presidente. Pirlo? Non paragonatemi ad Andrea…”

Il giovanissimo centrocampista del Brescia parla del suo futuro che potrebbe essere ancora con la maglia della Rondinelle

Sandro Tonali resta con i piedi per terra.

Il talentuoso centrocampista del Brescia con cui ha conquistato la promozione in Serie A, ha parlato del proprio futuro e ammesso di non voler essere paragonato a un campione quale è stato Andrea Pirlo. Il classe 2000, attraverso le colonne de ‘La Gazzetta dello Sport’, si è proiettato alla prossima stagione che vorrebbe iniziare con la maglia delle Rondinelle.

“Resto volentieri. Magari divento la bandiera del Brescia. Sia quel che sia, deciderò insieme al mio presidente. Cellino è bravo, sa qual è la soluzione migliore per il mio futuro. A me interessa solo giocare. Una chiamata dall’estero? Tutto è possibile, ma in Italia si gioca il calcio che mi piace. Alla mia età il rischio è di volare con la testa. Anche Corini è partito forte in carriera: mi ripete di non avere fretta. Pirlo? Non ci penso. Io sono un mediano, gioco per la squadra. La regia è un altro ruolo. In Italia Verratti ha il tocco e l’esperienza al top, ma spicca anche Sensi. Non ho la loro tecnica”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy