Brescia, non c’è pace per Balotelli: infrazione del codice della strada per SuperMario e divieto di guida in Svizzera

Brescia, non c’è pace per Balotelli: infrazione del codice della strada per SuperMario e divieto di guida in Svizzera

Al calciatore italiano è stato imposto il divieto di guida in Svizzera, causa di un infrazione non precisata

Ennesima disavventura per l’attaccante del Brescia Mario Balotelli.

Vittima di beceri cori razzisti nel corso della sfida tra l’Hellas Verona e le Rondinelle, allora guidate ancora dall’ex capitano del Palermo Eugenio Corini, il bomber ex Marsiglia si è reso protagonista di una reazione piccata ed impulsiva nei confronti del pubblico di casa. Numerosi gli attestati di solidarietà nei confronti del calciatore nato a Palermo da parte di colleghi e personaggi del mondo del calcio che hanno condannato all’unanimità lo sgradevolissimo episodio. Non è arrivata la convocazione in Nazionale da parte del CT dell’Italia, Roberto Mancini, ma in compenso è giunta dal Canton Ticino notifica di una fastidiosa sanzione da scontare a partire dalla fine di dicembre. Infatti, il classe 1990 non potrà guidare veicoli a motore in Svizzera per tre mesi, (dal 31 dicembre 2019 al 30 marzo 2020) a causa di un’infrazione alle norme della circolazione stradale, non meglio precisata, commessa nei giorni scorsi proprio nel territorio del Canton Ticino. La sezione ticinese della circolazione ha comminato il provvedimento relativamente ad un’infrazione commessa dall’attaccante in data 30 ottobre 2019.

La sanzione è stata ratificata e resa pubblica in data odierna sul foglio ufficiale del Cantone in quanto le autorità svizzere non hanno identificato l’attuale residenza del calciatore. Oltre al divieto di guidare, il provvedimento prevede anche il pagamento della somma di 100 franchi (circa 90 euro).

Shakhtar Donetsk-Dinamo Kiev, cori razzisti nei confronti di Taison e Dentinho: reazione dei brasiliani in stile Balotelli e l’arbitro…

 

VIDEO Brescia-Torino, Grosso: “Balotelli? Partita di grande sacrificio, ma c’è una cosa in cui non spicca…”

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy