Brescia, Corini: “Caos Palermo? Ho la mia idea. Felice di vedere il Barbera pieno. I tifosi sosterranno sempre la squadra se…”

Brescia, Corini: “Caos Palermo? Ho la mia idea. Felice di vedere il Barbera pieno. I tifosi sosterranno sempre la squadra se…”

Le parole del tecnico delle Rondinelle alla vigilia della gara contro il Palermo

Tutto pronto per il big match del Renzo Barbera.

Domani sera alle ore 21 andrà in scena la sfida tra Palermo e Brescia, valida per la ventiquattresima giornata di Serie B: sarà una gara fondamentale per decidere le sorti del campionato, dal momento che le Rondinelle si ritrovano al primo posto in classifica proprio davanti ai rosanero, che avranno certamente voglia di riconquistare il primato e far cessare il periodo di crisi attuale.

Alla vigilia della partita il tecnico dei biancazzurri, Eugenio Corini, è intervenuto in conferenza stampa, rilasciando le seguenti dichiarazioni: “Caos Palermo? Io penso che siano diverse le cose da valutare. Il Palermo contro il Foggia fino al 70′ poteva vincere la gara, poi ha sofferto qualcosa. Successivamente la squadra è andata a giocare una partita molto delicata a Perugia e l’hanno vinta, calcisticamente si sono ripresi. Hanno recuperato giocatori importanti, penso a Moreo, a Nestorovski… ed hanno più opzioni. Conoscendo l’ambiente, quando i tifosi sentono che la squadra merita sostegno, glielo darà sempre e comunque, a prescindere da tutto. Per me è giusto che una partita di questo tipo abbia una cornice di pubblico adeguata per quanto riguarda loro, ma saranno tanti anche i tifosi che seguiranno noi. Questo certifica che è una gara importante. Sicuramente loro faranno quello che dovranno fare, ma siamo preparati a giocarla e fare le nostre cose”.

In seguito ha ricordato il periodo durante il quale ha vestito la maglia del Palermo: “Noi bresciani abbiamo il nostro carattere, ma quando ci facciamo conoscere ci facciamo anche apprezzare. I gemelli Filippini in questo senso furono molto importanti a Palermo; quella squadra con Grosso, con Jeda, con Biava, arrivò direttamente in Serie A. Il siciliano ed il palermitano che conosco meglio ti vuole conoscere prima nel profondo, ma quando gli entri nel cuore difficilmente ne esci“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy