Brescia-Cittadella, Corini: “Lottato fino alla fine, sconfitta immeritata. Essere capolista…”

Le dichiarazioni rilasciate dal tecnico del Brescia al termine della sfida contro il Cittadella: 0-1 il risultato finale

Parola ad Eugenio Corini.

Il tecnico del Brescia è intervenuto in conferenza stampa al termine della sfida contro il Cittadella, andata in scena ieri pomeriggio allo Stadio “Mario Rigamonti” e terminata 0-1 grazie alla rete siglata nel primo tempo da Mattia Finotto.

Fra i temi trattati dal coach originario di Bagnolo Mella anche la prestazione offerta dalla sua squadra ed i prossimi impegni ufficiali delle Rondinelle. Di seguito, le sue dichiarazioni.

“Qualcosa è successo. Perdere non piace a nessuno, ma bisogna andare oltre, vedere anche dentro una sconfitta e vedere come è arrivata. Abbiamo iniziato bene, poi è arrivato il gol del Cittadella. Nel primo tempo c’è stato da soffrire, ma poi nella ripresa ci abbiamo provato a raddrizzare la gara, le occasioni ci sono state. Ho visto una squadra che ha lottato fino alla fine ed ai miei giocatori non posso rimproverare nulla. Hanno dato tutto quello che potevano dare”, sono state le sue parole.

“E’ da un po’ di tempo che siamo alle prese con una condizione non al top di alcuni singoli, sapevano che c’era da stringere i denti. Abbiamo fatto fatica a capire il metro di valutazione del direttore di gara, in quello dobbiamo migliorare sicuramente. Essere capolista vuol dire avere i riflettori puntati addosso? Devi saper mantenere la pressione di essere la prima della classe, ma sono sicuro che questa squadra troverà la soluzione anche a questo. E’ una sconfitta immeritata a mio avviso, ci sono altre sfide da giocare, il campionato è ancora lungo. Ci prepareremo al meglio in vista della sfida di Cosenza, poi ci sarà la lunga sosta e di nuovo ci ributteremo nel campionato”, ha concluso Corini.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy