Lazio-Bologna, Simone Inzaghi: “Avremo delle defezioni, Immobile è in dubbio. Juve-Inter? Non ci penso”

Le parole del tecnico capitolino alla vigilia della sfida di campionato tra i suoi e la compagine felsinea, gara che in caso di vittoria consegnerebbe almeno per un giorno il primato ai laziali

La Lazio vuole prendersi il primo posto.
I biancocelesti apriranno il ventiseiesimo turno di Serie A ospitando all’Olimpico il Bologna di Sinisa Mihajlovic, match spinoso per i capitolini che dovranno vedersela contro una squadra offensivamente viva. Il tecnico dei padroni di casa, Simone Inzaghi, intervenuto in conferenza stampa, ha detto la sua in merito al match di sabato pomeriggio e confessato di non pensare a un ipotetico primato.

“Ho pensato più alla partita che affronteremo, non è semplice, è scomoda. Il Bologna ha 34 punti, ha avuto tante defezioni di calciatori importanti. Nell’ultimo periodo in trasferta ha fatto grandi partite. Non è stata una settimana semplice. Domani avremo qualche defezione, Acerbi non ci sarà, Lulic mancherà ancora per un po’ di tempo, Marusic penso che non ci sarà. Su Jony e Milinkovic ho discrete sensazioni, Immobile ha avuto una forte influenza che ieri però sembrava risolta. Ma dobbiamo essere pronti a tutto. Juventus-Inter? Spero si possano divertire tutti i tifosi davanti alla tv. Per il resto non farò il tifo per nessuno, penso solo alla mia squadra e al Bologna. Sarà un test importante. Mihajlovic? Non avevo dubbi che avrei ritrovato Sinisa, è un collega e un caro amico, abbiamo condiviso tante cose insieme qui alla Lazio. Ci sentiamo, e quando non succede, mi informo sempre. Abbiamo amici in comune. Trovo spesso la moglie e i figli qui in giro per Roma. Conoscendolo, so quello che dà alle sue squadre, il Bologna rispecchia il suo tecnico. Dovremo stare attenti. Avremo una bellissima cornice di pubblico, i tifosi ci aiuteranno. Abbiamo visto cosa abbia fatto il Bologna 25 giorni fa all’Olimpico con la Roma. Non sono più due partite che siamo in un’ottima posizione di classifica. Sono ormai due mesi e mezzo. Dobbiamo continuare così, domani abbiamo di fronte un avversario ostico”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy