Coronavirus, Barrow: “Il primo gol dopo l’emergenza lo dedicherò a Bergamo, ho perso degli amici”

Coronavirus, Barrow: “Il primo gol dopo l’emergenza lo dedicherò a Bergamo, ho perso degli amici”

Le dichiarazioni di Musa Barrow, attaccante del Bologna, sull’emergenza Coronavirus e la ripresa della stagione

La tristezza di Musa Barrow.

L’attaccante del Bologna ed ex Atalanta, concessosi per un’intervista a La Gazzetta Dello Sport, ha parlato dell’attuale emergenza, soffermandosi sulla città di Bergamo, tra le più colpite dal Coronavirus dove hanno perso la vita molte persone, alcune anche a lui care: “Ho perso degli amici. Gente che mi ha aiutato, sostenuto, dato consigli, anche allevato nella casa in cui stavo ai tempi delle giovanili”, ha raccontato a cuore aperto Barrow. “Penso a don Fausto Resmini e alla moglie di Dino, un signore pieno di umanità. Il mio primo gol, quando riprenderemo a giocare, sarà dedicato a loro e a Bergamo. Sarà una scritta sotto la maglia, un’intervista o uno sguardo al cielo. Ma sarà tutto per loro”.

Infine il talento classe ’98 si è espresso sul futuro del campionato di Serie A: “Riprendere sì, ma in sicurezza. Certe situazioni non andranno mai dimenticate. In Gambia diciamo che il calcio ha il potere di salvarti la vita, se può dare anche un sorriso, ben venga. Una volta che sarà in campo, forse, tutti i cattivi pensieri andranno via, perché il calcio ha davvero questa medicina in sé. Pensi a giocare, divertirti, ma tenendo nel profondo tutte quelle persone scomparse”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy