Bologna-Napoli, Mihajlovic: “Futuro? Domani parlerò con la società e decideremo”

Bologna-Napoli, Mihajlovic: “Futuro? Domani parlerò con la società e decideremo”

Il tecnico dei rossoblù ha commentato la vittoria ottenuta contro gli azzurri

Vittoria spettacolare del Bologna.

In occasione dell’ultimo anticipo serale del campionato i rossoblù hanno ospitato il Napoli tra le mura dello stadio Renato Dall’Ara. I padroni di casa erano passati due volte in vantaggio grazie ai gol di Federico Santander e Blerim Dzemaili, ma gli ospiti avevano agguantato il pari con le reti di Faouzi Ghoulam e Dries Mertens. A pochi minuti dalla fine però, gli emiliani hanno conquistato tre punti grazie al colpo di testa vincente di Santander, che ha firmato al sua doppietta personale e regalato ai suoi tifosi gli ultimi tre punti della stagione.

Al termine del match il tecnico del Bologna, Sinisa Mihajlovic, ha parlato ai microfoni di Sky Sport, elogiando la prestazione dei suoi uomini: “Che voto do al mio percorso col Bologna? Prendere una squadra a fine gennaio con un piede e mezzo in B e arrivare a salvarsi alla penultima giornata, vincere sette partite di fila in casa contro il Napoli è sicuramente un capolavoro. Siamo decimi, speriamo di mantenere questa posizione anche domani. Partita dopo partita siamo andati sempre meglio. Sicuramente a un allenatore fa piacere quando vede che il pubblico lo acclama, ma so anche che le cose possono cambiare subito, bastano due partite e nel calcio non c’è riconoscenza, siamo legati ai risultati. Rimango sempre lucido, sicuramente è una cosa molto bella, ho ripagato il debito che avevo con loro dieci anni fa. Domani parlerò con la società e decideremo insieme con tranquillità e lucidità quello che c’è da fare. Abbiamo rimandato tutto a fine campionato, ora possiamo parlare con serenità. Abbiamo avuto diversi infortuni all’inizio, ma era normale. I ragazzi hanno tirato fuori l’orgoglio e le qualità che avevano. È stata una vittoria del gruppo. Io ho detto sempre che la squadra è stata allenata bene, ma forse avevano poca intensità. La squadra stava bene fisicamente e questo era anche merito di Inzaghi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy