Bologna-Inter, De Leo: “Stagione atipica, ma non dobbiamo scoraggiarci. Mihajlovic mi ha detto…”

Le dichiarazioni rilasciate dal viceallenatore rossoblù Emilio De Leo alla vigili di Bologna-Inter

Si torna subito in campo.

Il Bologna, reduce dalla sconfitta contro il Cagliari nel turno infrasettimanale valido per la decima giornata del campionato di Serie A, ospiterà domani pomeriggio l’Inter. Fischio d’inizio in programma alle 18.00.

Il viceallenatore rossoblù Emilio De Leo, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match, è tornato a parlare della sfida di mercoledì: “Se non riusciamo ad ottenere la posta in palio significa che certamente abbiamo perso dei punti. Avremmo potuto fare una prestazione più continua e siamo rammaricati. In certi frangenti della gara abbiamo fatto la partita che volevamo ma non ci siamo riusciti per i 95 minuti. Danilo? Con il senno di poi è tutto valido. Non è stata fatta una scelta legata all’avversario o al singolo giocatore. Pensiamo di avere sempre delle squadre affidabili e che possano portare a casa il risultato. Ci sono esigenze di forma fisica e su questo facciamo valutazioni. A mio avviso non ci siamo ritirati dopo aver segnato il vantaggio. Sicuramente pronti via nella ripresa abbiamo concesso il pareggio ma poi fino al 2-1 abbiamo gestito bene la partita. Poi abbiamo commesso degli errori che ci hanno condannato. Di sicuro non abbiamo fatto passi indietro. Sugli errori in superiorità: ci facciamo sempre domande tattiche e tecniche, eravamo messi bene in campo ma poi l’errore tecnico va inserito nel contesto tattico. Non è mai solo l’esecuzione del singolo calciatore a portare al gol. Dobbiamo migliorare, senza dubbio”.

Ora, però, testa all’Inter: “Penso che questa gara farà parte della crescita del gruppo. Questa è una stagione atipica per quello che è capitato sin da luglio ma il messaggio che portiamo avanti sempre è che tutti gli ostacoli ci devono far capire quanto realmente ci teniamo a crescere. La nostra capacità dev’essere quella di non scoraggiarci. Siamo ottimisti e positivi, siamo un gruppo maturo che vuole arrivare. Io resto ottimista e aspetterei il Bologna. L’Inter è una delle squadre più attrezzate del nostro campionato, sia per i giocatori che per l’allenatore. Sinisa ci ha sempre detto che non ci sono imprese troppo grandi da realizzare ma semmai motivazioni troppo piccole. Dobbiamo mettere intensità e concentrazione in tutti i momenti della partita, oltre alla solita fame. Dal punto di vista tattico sappiamo qual è la forza dei nerazzurri ma a maggior ragione dovremo impattare bene la partita e affrontarla senza paura, anche con l’aiuto del nostro pubblico”.

Infine, a proposito degli uomini a sua disposizione: “Medel ieri ha svolto una seduta di allenamento, oggi pure. Valuteremo, intanto sicuramente è disponibile. La sua presenza e la sua personalità sono fondamentali. Penso che Gary non abbia bisogno di parlare troppo, ha gli occhi della tigre sempre e soprattutto in questa settimana perché ha una gran voglia di tornare. Santander ha avuto una contusione al soleo che si è indurito. Però ci auguriamo di recuperarlo, vediamo come va la seduta di stamani”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy