Bologna-Brescia, Corini: “La Serie A è difficile, dobbiamo restare vivi. Gol? Era fuorigioco”

Bologna-Brescia, Corini: “La Serie A è difficile, dobbiamo restare vivi. Gol? Era fuorigioco”

Le dichiarazioni rilasciate dal tecnico delle Rondinelle, Eugenio Corini, al termine di Bologna-Brescia

Brescia

Brutta sconfitta per il Brescia.

Sul campo dello stadio Renato Dall’Ara è andata in scena la sfida tra il Bologna e le Rondinelle, che si sono affrontati in occasione della prima gara della ventiduesima giornata di Serie A: gli ospiti erano passati in vantaggio con il calcio di rigore trasformato da Torregrossa, ma i rossoblù hanno trovato la forza di rimontare grazie ai gol di OrsoliniBani. Un risultato pessimo per i biancazzurri, che sono rimasti ancorati all’ultimo posto in classifica dietro GenoaSPAL, che dovranno ancora giocare e potranno dunque aumentare la distanza e abbandonare la zona retrocessione.

Bologna-Brescia, Bani: “Non hanno mai tirato in porta. Classifica? Mancano dieci punti per…”

Al termine del match il tecnico del Brescia, Eugenio Corini, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport, esprimendo la sua delusione per la sconfitta subita e commentando la complicata posizione in classifica della sua squadra: “Sappiamo che la serie A è difficile, la qualità è molto importante. Un pizzico di apprensione arriva quando lotti per non retrocedere. Poi anche Denswil dovrebbe essere sanzionato, ma sarei curioso di capire perché non è stato fischiato il fuorigioco. Dobbiamo rimanere dentro al campionato, prepareremo al meglio il match con l’Udinese. Dal punto di vista del carattere la squadra ha fatto quello che doveva fare, sapevamo di affrontare una squadra in salute. Sono oggettivamente molto forti e hanno giocatori che fanno la differenza. Anche nella sofferenza abbiamo tenuto il match, stavamo portando a casa un punto. Noi lavoriamo quotidianamente sul miglioramento individuale. La squadra è questa, anche nel momento di difficoltà. In certi momenti è facile vedere tutto nero, tutti hanno la ricetta giusta. Bisogna rimanere lucidi e spostare l’inerzia. Cistana non riesce ad intervenire sulla sponda di Palacio, Denswil usa il corpo per non permettere a Mateju di intervenire. Lì c’è una posizione di fuorigioco. Il fatto di giocare così è per tenere distante i giocatori dalla nostra area, ma in alcuni casi devi capire come coprire l’ampiezza. Sono tutte cose che alla lunga paghi“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy