Bari-Palermo, Carrera: “Mentalità da playoff, il bicchiere è mezzo pieno. Nel primo tempo…”

Le parole del tecnico dei galletti, dopo il 2-2 del San Nicola contro il Palermo

Bari

Solo un pari per il Palermo contro il Bari.

Bari

Al margine del match pareggiato contro il Palermo, il tecnico dei galletti Massimo Carrera è intervenuto ai microfoni di RadioBari per commentare il 2-2 del San Nicola. Di seguiti le sue dichiarazioni

“Nell’ultima mezz’ora abbiamo fatto una buona partita sotto il profilo caratteriale, nel primo tempo abbiamo faticato a giocare con un po’ di timore, poi abbiamo preso gol, c’era un po’ di malumore, poi dopo siamo riusciti a far gol e la squadra è riuscita a sbloccarsi mentalmente, la scintilla che ci ha permesso di trovare il pareggio. È un pareggio che dobbiamo guardare come un bicchiere mezzo pieno, perdevamo 2- e abbiamo pareggiato. Io non mi accontento del quarto posto, ma se quando sei sotto 2-0 riesci a fare 2-2 vuol dire che questa squadra ha qualcosa. I cambi li usiamo per dare una svolta alle partite quindi faccio i complimenti a quelli che sono subentrati, che sono entrati pronti ed è quello che devono fare quando partono dalla panchina. Modulo? Il 3-5-2 non è da accantonare, non mi convinceva perché non riuscivamo a fare le cose provate in allenamento e non eravamo fluidi nella manovra quindi ho preferito cambiare modulo. Ciofani ha avuto un problema alla coscia, valuteremo. La mia grinta a bordo campo? Vedo che la squadra ha bisogno anche di questo, non ci sono i tifosi a dare una mano, ho bisogno di alzare loro l’asticella, cerco di dare una mano in questo modo qua, facendoli giocare senza esagerare o forzare la giocata. Il mio apporto è importante per la squadra, questo può servire. L’Esclusione di Cianci? Non si è allenato tutta la settimana si è allenato solo venerdì e sabato, la sua esclusione dai titolari è stata fatta per preservarlo. Bisogna lavorare perché solo chi non gioca non commette errori, bisogna andare in campo tranquilli sapendo di poter sbagliare. Il Bari ha la mentalità giusta per i playoff, anche oggi è l’approccio è stato giusto, ci sono poi dei momenti negativi ma oggi abbiamo avuto la forza di rialzarci passando dall’inferno al purgatorio. Il campionato non è finito, abbiamo l’obiettivo a portata di mano, dobbiamo arrivare in paradiso”.

“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy