Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

le dichiarazioni

Bari, Mignani: “Arrabbiato tutta la settimana, il mio messaggio alla squadra”

Bari, Mignani: “Arrabbiato tutta la settimana, il mio messaggio alla squadra”

Le dichiarazioni rilasciate dal tecnico del Bari, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro la Vibonese

Mediagol (nc) ⚽️

"Bisogna ripartire alla grande, anche se a me questo termine non piace". Lo ha detto Michele Mignani, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro la Vibonese, in programma domani - domenica 14 novembre - alle ore 17:30, allo Stadio "San Nicola". Fra i temi trattati dal tecnico del Bari, anche la sconfitta rimediata lo scorso weekend contro la Juve Stabia. Ma non solo... "Quelle di Francavilla e Castellammare di Stabia sono state partite diverse: nella prima abbiamo completamente sbagliato l'approccio, nella seconda non è stato così. Io credo che le difficoltà derivino soprattutto dalla testa, dobbiamo sapere che nelle gare possono esserci delle difficoltà. Non dobbiamo farci prendere dall'ansia o perdere la testa, io per primo. Tutte le squadre che abbiamo affrontato hanno messo corsa ed intensità. In questa categoria se non metti agonismo fai fatica contro chiunque. Bisogna saper correre bene, fare le corse giuste e coprire gli spazi", le sue parole.

BILANCIO -"Stiamo facendo un percorso, si possono avere degli incidenti ma non può mai mancare l'entusiasmo e la consapevolezza. Durante il campionato possono esserci le cadute, qualcosa va anche cancellato di quanto fatto negli ultimi due mesi. Il dato più significativo dell'ultima partita è che abbiamo creato molto poco. Alla fine della gara ero arrabbiatissimo e lo sono stato tutta la settimana. Eravamo confusionari quando c'era da fare del male agli avversari. Problema atletico? Non credo, i dati che ricevo a fine gara sono indicativi ma variano in base al tipo di partita. A livello globale la squadra secondo me sta bene, qualcuno avendo più partite nelle gambe può essere stanco, ma cerchiamo di dosare le energie per avere tutti pronti".

SINGOLI -"Di Gennaro? Noi abbiamo cambiato tanto nelle prime giornate, pur facendolo riuscivamo a creare. Credo che lui sia un giocatore importante per questa squadra, ma devo guardare tante cose: dalla settimana di lavoro all'equilibrio fisico e mentale. Lo vedo crescere di settimana in settimana, domenica mi ha confermato che sta bene. Quando faccio le scelte guardo il contesto squadra cercando di trovare equilibrio. Paponi? Ormai è pronto per i novanta minuti, è un grosso dispiacere dargli meno spazio".

VIBONESE E CLASSIFICA -"Tutte le partite nascondono insidie, guardando la classifica può apparire scontata ma dobbiamo avere voglia e fame. Loro hanno giocatori che possono metterci in difficoltà, come tutte le squadre di questo girone. Non posso immaginare come imposteranno la partita e verranno ad affrontarci. Non posso sapere se si schiereranno a cinque o verranno a prenderci più alti per bloccarci le fonti di gioco. Abbiamo la possibilità di giocare con attaccanti più mobili e vivaci, abbiamo alcuni che sono più prime punte ed altri hanno più movimento. Bisogna azzeccarle in funzione di quello che possono fare gli altri. Io non guardo la classifica ma siamo primi, dovremmo avere entusiasmo anche se fossimo dietro. Questo è il problema più grosso. Abbiamo mantenuto grande equilibrio quando spingevamo forte, credo di averlo trasmesso alla squadra. Ora dobbiamo averlo ancora di più perché non veniamo da cinque sconfitte di fila. Essendoci grosse attese, quando inceppi in una partita e non fai risultato inconsciamente puoi perdere un po' di spinta e certezze. Ma il percorso è lungo", ha concluso Mignani.

tutte le notizie di