Bari, Marras: “Chi viene al San Nicola dovrebbe avere paura. La mia sul Palermo, mancherà Lucca…”

Le dichiarazioni rilasciate dall’ala del Bari in vista della sfida contro il Palermo

Due giorni e sarà Bari-Palermo.

“Bisogna fare qualche sforzo in più, sotto tutti i punti di vista per arrivare all’obiettivo che sappiamo”. Parola di Manuel Marras. Diversi sono stati i temi trattati dall’ala del Bari, intervistato ai microfoni di ‘RadioBari’: dal momento della compagine pugliese, reduce dalla sconfitta maturata sul campo dell’Avellino, alle prestazioni offerte fin qui dal Palermo di Giacomo Filippi.

“I risultati sono fondamentali, abbiamo incontrato tantissime difficoltà. Non conta più dare tutto, non basta. Bari è un’opportunità incredibile: fare la Serie B qua sarebbe qualcosa di fantastico. Il presidente? Abbiamo parlato con lui, è dalla nostra parte, cerca di capire le problematiche, è sempre al nostro fianco. Lui è una grandissima persona, nonostante le difficoltà cerca di darci una mano standoci vicino. Qualcun altro ci avrebbe dato più bastone che carota…”, sono state le sue parole.

PLAYOFF E TIFOSI – “Sappiamo che posizionarsi come miglior terza sarebbe il massimo per il regolamento play-off, ma la vedo dura. Sicuramente dobbiamo cercare di arrivare più in alto possibile perché conterà tanto. Bisogna arrivare ai play-off con la certezza di potercela fare. I tifosi? Le critiche sono giuste, in questo momento non stiamo facendo bene. Noi non è che non mettiamo l’anima, abbiamo avuto tantissimi problemi. Bisogna avere dentro la voglia di centrare un obiettivo. Spero che possano venire allo stadio ai play-off: è difficile, ma ci darebbero una grossa mano”.

PALERMO – “E’ nato come noi da poco. Hanno incontrato tante difficoltà. Hanno buone individualità. Forse gli mancherà Lucca, che è veramente un buon giocatore. Hanno buoni esterni. Ma noi dobbiamo pensare a noi stessi. Floriano? Bisogna stare attenti a tutti. La gente dovrebbe avere paura di venire a giocare a Bari: dovrebbero pensare più loro a noi che il contrario”.

DA ANTENUCCI A CIACCI – “Pietro è arrivato col botto, ha fatto benissimo le prime partite, poi ha avuto un problema al piede che si porta dietro, sta giocando col dolore. Gli attaccanti hanno bisogno del gol. Siamo noi che dobbiamo metterli nelle condizioni di far gol. Antenucci? Dà tutto per la squadra. E’ un periodo che non sto facendo gol. E’ un po’ più difficile ora col nuovo modulo. Il 3-5-2? Io penso che bisogna dare ora una certezza, continuando con questo modulo”, ha concluso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy