Bari-Juve Stabia

Bari, Gigliotti: “Serie B? La strada è lunga. Testa alla Juve Stabia, all’andata…”

Bari, Gigliotti: “Serie B? La strada è lunga. Testa alla Juve Stabia, all’andata…”

Le dichiarazioni del difensore del Bari, Guillaume Gigliottie, rilasciate alla vigilia del match in programma al "San Nicola" contro la Juve Stabia. Sfida valida per la trentaduesima giornata del girone C di Serie C

Mediagol ⚽️

Alla vigilia del turno infrasettimanale del girone C di Serie C, il difensore del Bari, Guillaume Gigliotti, è intervenuto in conferenza stampa, in vista della sfida valida per la trentaduesima giornata di Lega Pro, in programma al "San Nicola" mercoledì 16 marzo alle 21.00, contro la Juve Stabia guidata da Walter Novellino. Di seguito le dichiarazioni dell'ex centrale di Foggia, Salernitana e Chievo Verona.

SOFFERENZA E ADATTAMENTO - "Sono arrivato senza preparazione. Le prime partite erano complicate. Poi ti devi adeguare, far vedere che sei pronto. Scendevo anche dalla B. È stato sicuramente complicato adattarmi, sono stato anche un po' fuori. Non ho mai avuto continuità come adesso, ma avere la fiducia dei compagni della piazza e ei compagni mi rasserena. Non mi sento un titolare inamovibile, sapevo il ruolo in questa squadra quale dovesse essere. Qui siamo un gruppo in cui siamo tutti titolari, tutti uguali. Con Terranova mi trovo bene. Il mister non fa giocare il nome, ma chi sta meglio. È questo che mi dà fiducia e penso di stare meritando la fiducia.

BARI A +10 DALLA SECONDA -"Mi sono già trovato in queste situazioni di vantaggio. Ancora non abbiamo fatto niente, ma stiamo sulla strada giusta. C'è entusiasmo, la testa è domani alla Juve Stabia. La gara di Catanzaro è alle spalle. Noi dall'inizio siamo sempre stati gli stessi, anche in quel periodo negativo dove abbiamo fatto due sconfitte. Il direttore ci ha dato una svegliata, non potevamo permetterci di continuare così. Con quell'intervento ha fatto del bene. Dopo abbiamo dato un bel segnale a tutti".

SUL MATCH CONTRO LA JUVE STABIA -"È stata da questa partita che poi sono stato fuori. Mi voglio riscattare dopo quel passo falso, è stato un errore di percorso. Sarà una partita fondamentale. È proprio adesso il momento in cui dobbiamo lavorare più duramente di quanto fatto. Possiamo solo far bene continuando così. Ritengo che il nostro difetto sia un po' quello di non chiudere le partite. Prendiamo forse qualche gol di troppo da piazzato, la colpa è di tutti".

RABBIA ED EUFORIA IN CAMPO -"Sono un'altra persona, mi trasformo. So che se abbassi un po' la guardia, anche un minuto, ti puoi rovinare un campionato. Provo a mantenere alta l'attenzione, ma è un difetto il fatto che sono sempre incazzato. Sono diciamo un po' euforico e piaccio anche ai miei compagni".

tutte le notizie di