Mediagol
I migliori video scelti dal nostro canale

le dichiarazioni

Bari, Gigliotti: “Promozione? Non ci nascondiamo, possiamo raggiungere l’obiettivo”

Bari, Gigliotti: “Promozione? Non ci nascondiamo, possiamo raggiungere l’obiettivo”

Le dichiarazioni rilasciate dal difensore del Bari dopo la sfida contro il Campobasso, andata in scena domenica al "Nuovo Romagnoli"

⚽️

Uno a tre. E' questo il risultato finale maturato domenica pomeriggio allo Stadio "Nuovo Romagnoli". Una vittoria, quella conquistata dal Bari in trasferta ai danni del Campobasso, ottenuta grazie alle reti messe a segno nel primo tempo da Emanuele Terranova e nella ripresa da Walid Cheddira e Mirco Antenucci. Non è bastato ai padroni di casa il rigore trasformato dal dischetto da Mattia Rossetti al minuto 42 del match valevole per la nona giornata del campionato di Serie C-Girone C.

Intervistato ai microfoni di "TuttoBari", il difensore Guillaume Gigliotti ha commentato la prestazione offerta dagli uomini di mister Mignani - primi in classifica a quota 23 punti - contro i molisani. "La gara è andata bene, ero molto concentrato perché ci tenevo a fare una prestazione perfetta. Sono contento per me e per la squadra, stiamo facendo quello che dobbiamo fare ed ora possiamo preparare al meglio il derby. Intesa con i compagni di reparto? Andiamo d'accordo, ci parliamo e ci aiutiamo, questa è la nostra forza", le sue parole.

"Siamo stati bravi a rimanere in partita, abbiamo sempre avuto il possesso. Li abbiamo studiati tanto ed abbiamo visto che erano organizzati, sia in fase di possesso che di non possesso. Il nostro gruppo non si accontenta mai, vogliamo crescere ancora. Mi hanno accolto tutti subito, le cose poi si fanno da sole. Il rigore? All'inizio l'arbitro non aveva fischiato, l'ha segnalato il guardalinee. Parlando con il ragazzo abbiamo capito che forse è stato furbo lui. Non ci nascondiamo, sappiamo l'obiettivo: se lavoriamo come stiamo facendo possiamo raggiungerlo. Derby? Ci penso sempre, spiace non poter vedere anche i tifosi avversari perché il calcio è questo", ha concluso Gigliotti.

tutte le notizie di