Paul Baccaglini: “Porterò il Palermo a New York, Zamparini non uscirà dalla mia vita”

Il nuovo presidente del Palermo, Paul Baccaglini, parla alla vigilia del match contro l’Udinese: “Si lavora in segreto con tanti studi legali, Zamparini non uscirà dalla mia vita. Porterò la squadra a New York”.

Baccaglini

Sarà anche a Udine: dopo aver assistito al match contro la Roma di domenica scorsa, Paul Baccaglini, sederà in tribuna autorità anche alla Dacia Arena per provare a incitare la squadra di Lopez in una partita che può valere una stagione intera.

A differenza della scorsa settimana, questa – l’ex Iena – non l’ha trascorsa a stretto contatto con la realtà palermitana: lunedì ha lasciato la Sicilia per raggiungere Padova. E proprio da Padova parla e racconta un po’ di sé. Si parte con gli esordi di una carriera dal doppio volto. “Volevo fare il giocatore di basket, ero un buon play. Amavo Jordan e Pozzecco. Ginocchio e caviglia mi hanno tradito. Poi conobbi Claudio Cecchetto, è arrivata Rtl 102,5, quindi le Iene, quattro stagioni – racconta a ‘La Gazzetta dello Sport‘ -. Successivamente l’incontro con Pif, Mtv. E basta; ogni cosa ha il suo tempo. E’ stato bello finché c’è stata passione ed emozione, ma non avrei mai obliterato il cartellino per stare nel mondo dello spettacolo”.

> Udinese-Palermo: probabili formazioni, Diamanti…

Chiusa la parentesi legata allo spettacolo, Paul Baccaglini si è “buttato nel trading. Avevo messo da parte un piccolo capitale. Ho studiato, viaggiato, mi sono messo al computer, ho fatto pure i corsi on line. Ore e ore sui mercati americani ed europei. La geometria mi è sempre piaciuta e apprezzavo Cartesio e la sua teoria del metodo”. L’ex Iena è ben consapevole di quanta gente resti ancora scettica nei confronti della sua persona. “Sono giovane, sto con la ex velina, che, però, ha una testa così… Ma ad aprile sarò al 100% il proprietario del Palermo e sarà creata una società apposita. E in città starò tanto dalla prossima stagione quando avremo sistemato la nostra vita. E io Thais e sua figlia ci trasferiremo a Milano. Prenderò, comunque, casa a Mondello. Non sono una meteora e neppure, come dicono, uno che sta tre mesi fino alla retrocessione a fare da parafulmine e poi torna Zamparini. Voglio vivere squadra e città”, prosegue Baccaglini che poi risponde così alla domanda: “Quanto ha pagato il Palermo?”

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mario Biundo - 4 anni fa

    Cercava da tempo uno come presidente x stare vicino alla squadra!!!! Tutti dubbi stanno venendo fuori. Prima del così detto closing dirà io sono pagato x stare qui

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Vincenzo Baio - 4 anni fa

    Avevamo intuito che sei un suo dipendente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Stefano Ralli - 4 anni fa

    Parole chiare come il sole ! C è sempre Zamparini, lui è la nuova facciata, il finto acquirente che prenderà i debiti. Non è mai stato un appassionato di calcio e non capisce una mazza di finanza ( i corsi online …. mi vengono i brividi ) ! Zamparini potrà sempre dire che non è colpa sua ! Ci attendono tempi bui !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Giuseppe Sabatino - 4 anni fa

    Non ci voleva molto a capirlo…..ed ecco la ZampaBacca!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Marco Faso - 4 anni fa

    Insomma é un consulente marketing di zamparini

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Samuele Martorana - 4 anni fa

    Apposto siemu!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Paolo Effe - 4 anni fa

    Mah se prima avevo qualche dubbio adesso ne ho di più

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy