Paul Baccaglini: “Io, Zamparini e il piano B del Palermo. Agli scettici dico che…”

L’intervista al presidente del Palermo, Paul Baccaglini, ospite a ‘Che Tempo Che Fa’ su Rai 3: “Io, Zamparini e il piano B del Palermo. Agli scettici dico che…”

di Luca Bucceri

“Il risultato di oggi contro il Cagliari? Mi dispiace. Per carità, viva lo sport. Oggi era importante vincere, ma la palla è rotonda. E’ così il calcio”.

Esordisce così, ospite a Che tempo che fa su Rai 3, il presidente Paul Baccaglini. Presente nel pomeriggio al Renzo Barbera per il match contro il Cagliari, perso per 1-3 dagli uomini di Diego Lopez, il presidente rosanero si è concesso ai microfoni del programma condotto da Fabio Fazio, diversi gli argomenti trattati, dalla salvezza al closing, passando anche per gli stereotipi dell’uomo tatuato.

“Sono stato una Iena per quattro stagioni, ma da un po’ mi occupo di finanza. La mia vita è dinamica: ora sono presidente del Palermo, tra un po’ diventerò papa e poi andrò alla Casa Bianca (ride, ndr). Sono nato a Chicago, nell’ospedale dove hanno girato ER, infatti mi ha fatto nascere George Clooney (continua a ridere, ndr)”. Tra le risate e la serietà il numero uno rosanero non si è tirato indietro nel spiegare ciò che più ha colpito della sua persona nelle prime settimane siciliane, quei tatuaggio che lo etichettano come ‘bad boy’ dalla poca credibilità: “Di me ha colpito l’estetica? Sì, mi piace raccontare anche una sorta di parallelismo con la città di Palermo. Da un po’ combatto con l’etichetta di quello “tatuato”. Anche Palermo combatte con l’etichetta. Penso che parallelamente possiamo e potremo vincere questa sfida alle etichette: io, come il Palermo, dovremo essere giudicati per i risultati che portiamo a casa, non per i pregiudizi”.

Why Palermo mr. President?– La curiosità è tanta, tutti si sono posti questa domanda e il giornalista e conduttore della trasmissione, Fabio Fazio, si è fatto portavoce dei tifosi rosanero e degli addetti ai lavori: “Perché mi è venuto in mente di diventare presidente del Palermo Calcio? La presidenza del Palermo è un’opzione che fino a non troppo tempo fa non era nelle mie priorità. Con Zamparini abbiamo messo in piedi un’operazione molto importante relativa alla riorganizzazione del Gruppo Zamparini, e il Palermo Calcio rappresenta la punta di diamante- ha ammesso- . Zamparini ha visto in me la potenzialità, non solo per portare avanti l’operazione, ma anche per diventare la faccia di questa operazione. Lui, tra i grandi meriti, ha quello di aver scoperto grandi talenti. Mi piace pensare che ha visto in me quel talento che cercava. Mi ha dato così questa opportunità. L’America è molto legata alla Sicilia e a Palermo. Se vai a Little Italy vedi il Rosario, l’Italia e il gagliardetto del Palermo. La cosa incredibile del marchio Palermo Calcio è la seguente: se tu devi creare un oggetto, devi fare tutta una campagna di marketing; mentre per una squadra di calcio, il bacino di utenza già c’è. Voglio portare la squadra a New York? Sì, è nei miei piani”.

Oltre i tatuaggi, quello che più ha colpito della situazione Baccaglini è la sua completa ‘ignoranza’ del mondo calcistico. Sportivo sin da piccolo, professionista nel mondo del Basket, l’italo-americano è stato fin qui lontano dal calcio e dai suoi surrogati, la conoscenza delle regole e dei meccanismi di squadra sono lontane dalle sue competenze. Ma come ogni club sportivo fa, il Palermo ed il calcio in generale richiamano l’attenzione della finanza e del marketing: “Cosa mi piace e cosa mi dispiace del calcio? L’ho detto la prima settimana con gli amici. Abbiamo fatto una prima settimana intensissima, facendo delle cose belle, poi è arrivata la domenica e ti rendi conto che non hai nessun controllo sulla partita e che, anzi, quegli undici giocatori in campo hanno la possibilità di fare o disfare, make or break, tutto ciò che tu hai fatto in una settimana. Se vinci, tutto quello che hai detto è molto più sensato; se perdi, invece, si incrina un po’ quel meccanismo- ha continuato Baccaglini– . Io, sotto questo punto di vista, ho in mente di tentare, un po’ all’americana, di slegare il marchio di una squadra di calcio dai risultati sportivi. Spesso accade in America che i turisti vadano a vedere una partita di baseball a New York senza capire alcunché di baseball. E che i New York Yankees vincano o perdano, non importa, loro sono contenti lo stesso. Questo accade perché lì lo sport è entertainment”.

Closing e salvezza, due mesi di fuoco- Tre le date importanti in casa rosanero nei prossimi mesi, la prima quella del 19 aprile quando Baccaglini renderà nota la SPV (Special Purpose Vehicle o Società veicolo, ndr) che rileverà debiti e crediti dell’U.S. Città di Palermo, poi entro il 30 aprile il closing. Altra data fondamentale sarà quella del 28 maggio, giorno della sfida tra i rosanero e l’Empoli, ancora in ballo la questione salvezza per capire se i siciliani arriveranno all’appuntamento salvi, retrocessi o sarà il match decisivo per le sue compagini. In tutto questo riflettori puntati su Baccaglini e le prossime mosse: “Entro il 30 aprile arriveranno i soldi? Io sto tranquillo, così come il primo a stare tranquillo è Maurizio Zamparini. Con lui c’è un accordo, con lui sono state fatte tutte le procedure necessarie a porte chiuse. Adesso lo faremo anche pubblicamente. Sul finale di stagione dico ai miei giocatori di uscire per stara e sentire il calore di una piazza straordinaria: io l’ho fatto molto in questi giorni. Nella mia vita, gli unici tifosi che mi abbiano mai detto ‘Vincere o perdere fa lo stesso, ci interessa solo andare allo stadio e divertirci’ sono proprio quelli del Palermo. I calciatori devono capire questa cosa, sentire il calore della gente. Bisogna entrare in campo sentendo questa responsabilità. Il mio piano B? Consiste nel ripartire a testa alta dalla Serie B“.

31 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Walter Carzan - 4 anni fa

    Ma veramente non ci si rende conto che è tutta una truffa… studiata a tavolino per distrarre i tifosi. Nessuna vendita, nessuna cessione… questo è un presidente di zamparini, ma non è il nuovo proprietario. Il progetto deve ancora garantire il Paracadute… poi vedrete… facciamo la fine del Parma!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tonyslk80 - 4 anni fa

    Agli scettici dice che tanto si va in B a me sembra la stessa cosa di oronzo canà e il presidente della longobarda. Vincere e vinceremo dice l’allenatore ed il presidente (perdere e perderemo) stessa identica cosa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Luciano Megna - 4 anni fa

    Quello che temevo comanda sempre il friulano lui è solo un prestanome il burattino al comando del puparo Zampsrini,,,,,, che delusione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. nick - 4 anni fa

    ma poi la frase ho rifiutato 20 mln dalla cina per nestorosky..mi puzza tanto di marionetta del ventriloquo mz

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. nick - 4 anni fa

    premesso che non mi spiego come uno che ancora non lo ha pagato faccia il presidente e che ancora si rifiuti di spiegare come sta comprando il palermo e con quali mezzi.
    mz che che cede la ribalta così all’improvviso mi fa strano.
    io non vorrei che sia il parafulmine del friulano per farci digerire la retrocessione,sta vendita improvvisa con la barca affondata è quanto meno singolare..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Giuseppe Bartocci - 4 anni fa

    Ci vorrebbe il Lato B ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Luke Lam - 4 anni fa

    Penso che Baccaglini dovrebbe prendere le distanze da chi si è preso gioco di migliaia di appassionati.(Per assurdo qualche seria associazione per i diritti dei consumatori potrebbe recriminare il rimborso del costo abbonamento,visto che ha giugno e a gennaio la gestione scellerata non ha fatto nulla per adeguare la squadra anzi al contrario l ha indebolita .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Bob JamesBob - 4 anni fa

    Baccaglini non deve cadere negli errori del suo predecessore…quindi stia muto e faccia!!! Sempre e cmq Zampavergogna

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Salvatore Messina - 4 anni fa

    Fra qualche tempo appena gira per palermo… raccoglierà solo schiaffoni…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Francesco Calafiore - 4 anni fa

    Puo’ anche iniziare il piano B!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Danilo Di Salvo - 4 anni fa

    Baccaglini: “Con Zamparini abbiamo messo in piedi un’operazione molto importante relativa alla riorganizzazione del Gruppo Zamparini, e il Palermo Calcio rappresenta la punta di diamante” – ha ammesso -. “Zamparini ha visto in me la potenzialità, non solo per portare avanti l’operazione, ma anche per diventare la faccia di questa operazione. Lui, tra i grandi meriti, ha quello di aver scoperto grandi talenti. Mi piace pensare che ha visto in me quel talento che cercava. Mi ha dato così questa opportunità”.
    Ma non eravamo rimasti che Zamparini forse restava come consulente calcistico per Baccaglini? Da quello che dice Baccaglini, lui è il consulente del patrimonio di Zamparini e in più gli fa da rappresentate per il Palermo e “public relactions” (spero di aver scritto in inglese corretto Paul).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. meobridge - 4 anni fa

    premesso che ancora una volta ierisi è avuta la prova provata che questa squadra è stata costruita artatamente o per mera incompetenza malissimo…. come fa Zamparini a dire che Baccaglini non capisce di calcio ed a bisogno del suo aiuto…per retrocedere in seri C forse….. come ha il coraggio di parlare ancosa di calcio dovrebbe avere il buon gusto di tacere per sempre su questo argomento!!!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Andrea Vitale - 4 anni fa

    Già ci bastava Zamparini , puoi fare di tutto tranne il presidente di una squadra. Siamo già saturi delle caz….. che dici , non aspettiamo nessun Messia, non siamo una città da colonizzare aspettando le tue sparate a 360 gradi. Torna a fare l’attore , Palermo non è un palcoscenico, ….. manca l’acqua, c’è trafficoooo, le banane sono pericolose è abbiamo i cazzi vunci . Mi meraviglio come vedendoti in giro non ti fischino per il ruolo che dici di ricoprire , tornatene a casa !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Ugo Sansone - 4 anni fa

    Tutto calcolato ormai non si spiega il fatto che ogni volta i secondi tempi siano dei morti in campo o appena presi goal cadono in depressione ma x favore questo mi pare tuttu una sceneggiata che altro auguro che non sia cosi ma vedendo le premesse n mi pare che siamo messi in buone mani

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Davide Giannici - 4 anni fa

    Il piano serie B

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Lizard - 4 anni fa

    Vergognatevi, tanta gente non arriva a fine mese. A cominciare da Lopez, un po’ di persone potrebbero anche dimettersi invece di raccontare c………

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Ciccio - 4 anni fa

    Nn è buono questo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Domenico Massaro - 4 anni fa

    E tu dovevi comprare il Palermo…. Hahaha o scemu

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Mario Scalia - 4 anni fa

    Il grande bluff. Se fosse vero avrebbero preso due tre svincolati che ovunque peschi sarebbero sempre meglio delle mezze seghe che hanno giocato fino ad oggi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Guido Schillaci - 4 anni fa

    Ma vedi di andare a fare in c… pure tu!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Marco Catalano - 4 anni fa

    Il piano del tuo datore di lavoro è la serie B. Sì, l’avevamo capito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Carmelo Costanza - 4 anni fa

    E’ Ormai certa la B…, pertanto al Presidente Baccaglini si chiede di cominciare sin d’ora una chiara programmazione per l’immediato ritorno alla serie A. Innanzitutto con l’assumere un allenatore, già magari durante la settimana dopo la (probabile) sconfitta col Milan a Milano. A tal proposito, un allenatore gradito alla piazza potrebbe essere Delio Rossi…! (la suggestione Ranieri, mi sembra impossibile). Col nuovo Mister, valutare chi può rimanere al Palermo….e chi, invece, dovrà essere ceduto. Inoltre, il Mister, potrà far giocare, per le rimanenti partite, chi veramente merita e qualche primavera. TOCCA A TE PAUL BACCAGLINI…..!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vincenzo Baio - 4 anni fa

      Illuso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Carmelo Costanza - 4 anni fa

      Vincenzo Baio, probabilmente hai ragione! M’illudo, perchè non sarà così!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Vincenzo Baio - 4 anni fa

      Il Palermo è come il Vaticano ha due Papi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Manlio Cassarà - 4 anni fa

      Questo qui non ha un euro. Preparatevi alla radiazione in eccellenza sempre che vada bene

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Paolo Effe - 4 anni fa

    Comincia a starmi sulle palle questo , oh mai una volta che dà una risposta secca

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Stefano Ralli - 4 anni fa

    Baccaglini ma chi comanda adesso nel Palermo? Aspetti, mi porga l’indice; ecco lo alzi così… guardi, guardi, guardi. Lo vede il dito? Lo vede che stuzzica? Che prematura anche? Ma allora io le potrei dire, anche con il rispetto per l’autorità, che anche soltanto le due cose come vicesindaco, capisce?”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Stefano Ralli - 4 anni fa

    Baccaglini quanto ha pagato per comprare il Palermo? ” Non c’è una cifra perchè non si tratta di una normale compravendita ma di un riassetto delle società di Zamparini come se fosse antani anche per lei soltanto in due, oppure in quattro anche scribàcchi confaldina? Come antifurto, per esempio. I tifosi possono stare tranquilli.”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luca Mazzola - 4 anni fa

      Baccaglini ha clacsonato…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Raggio Duro - 4 anni fa

    Per favore da qui alla fine del campionato falli giocare con la maglia nera

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy