Fabio Baraldi, da centroboa a presidente del Varese: “Come Paul Baccaglini!”

Il neo-presidente del Varese, che si insedierà nella giornata di martedì, viene paragonato a Paul Baccaglini: quando uomini di altri sport entrano a far parte del mondo del calcio

Paul Baccaglini e Fabio Baraldi: i due nuovi presidenti

di Luca Bucceri

Aria nuova nel mondo del calcio, dopo il Palermo con Paul Baccaglini anche il Varese cambia presidenza e si affida ad un uomo di sport.

Stiamo parlando di Fabio Baraldi, pallanuotista e centroboa della Canottieri Napoli (squadra che milita nel campionato di A1, ndr) che, nella giornata di martedì, sarà nominato a tutti gli effetti presidente della squadra lombarda. Terzo nel girone A di Serie D, il Varese cambia i vertici societari con Baraldi che affiancherà i due soci di maggioranza Basile e Taddeo, tornati in sella da pochi giorni. Al neo-presidente biancorosso toccherà investire sulla società e non solo, con il pagamento delle pendenze arretrate.

Curioso è l’accostamento che, nell’edizione odierna de “La Repubblica- Napoli”, viene fatto tra i due nuovi presidenti di Palermo e Varese. Entrambi uomini di sport, con Baccaglini protagonista in passato nei parquet del Basket nostrano, i due neo-presidenti vengono accolti entrambi con scetticismo circa i fondi da mettere a disposizione delle due società. “È una storia simile a quella che a Palermo ha visto protagonista l’ ex showman Paul Baccaglini– si legge-. D’ altronde Baraldi non ha mai tenuto segrete le sue ambizioni imprenditoriali”. Ed infatti il ventisettenne giallorosso, nato a Carpi, nel 2008 ha fondato il marchio “Eleven” ed ha successivamente raggiunto l’accordo con il Posillipo e poi con la Canottieri come sponsor tecnico. Estroso e poliedrico, Baraldi è riuscito a conciliare impegni sportivi ed imprenditoriali, anche se qualcuno gli critica questo suo essere “multi-funzione”, ma garanzia in più rispetto all’interrogativo palermitano Baccaglini. “Resterò in silenzio fino a martedì per non alimentare altre indiscrezioni- ha dichiarato Baraldi nelle scorse ore-. Poi racconterò tutto, dall’inizio alla fine”. 

Curiosità del caso è l’amicizia tra Baraldi e il direttore sportivo del Napoli Giuntoli, risalente alla sua carica da ds del Carpi, tanto da ospitare lo scorso gennaio il centroboa negli spogliatoi azzurri a Castel Volturno per “studi comparati tra calcio e pallanuoto”.

Toccherà ora a Baraldi conquistare Varese e i suoi tifosi, che sperano possa liberarsi dai suoi impegni da giocatore di pallanuoto per dedicarsi al massimo alla causa biancorossa. Dalla sua il neo-presidente oltre ad essere estroso ed inventivo è anche una testa calda dello sport acquatico: nell’ultimo mese sono state due le espulsioni con la Canottieri che gli hanno causato relative squalifiche. I tifosi varesini sperano, da martedì l’abbraccio al nuovo presidente con l’obiettivo di tornare presto nel calcio che conta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy