Cruciani su Baccaglini: “Ha il pene tatuato ma non importa. Qualche dubbio su di lui, cacci fuori i piccioli per il Palermo!”

Il conduttore de ‘La Zanzara’ è un fiume in piena sul nuovo presidente del Palermo, Paul Baccaglini.

“Presidente? Sì, forse, vedremo. Di strette di mano ne abbiamo viste tante in questi anni, chiedete per esempio all’uomo di Arcore, per dire che la foto che immortala Zamparini con questo Paul Baccaglini non significa assolutamente nulla“.

Mostra qualche titubanza Giuseppe Cruciani, conduttore de ‘La Zanzara‘, trasmissione radiofonica che spesso ha ospitato Maurizio Zamparini: il giornalista romano tratta il tema relativo a Paul Baccaglini e si dice quanto meno perplesso. “Di sicuro c’è che il ragazzotto che avrebbe acquistato il Palermo è tutto pieno di tatuaggi, e ne ha uno persino sul pene. Per carità, non siamo moralisti e si sa che l’ abito non fa il monaco (è pieno di uomini di calcio in grisaglia che sono banditi matricolati) e dunque chissenefrega di quel corpo disegnato che nemmeno Roberto D’ Agostino“.

“Quello che conta – aggiunge Cruciani attraverso le colonne di Libero Quaotidianoè che abbia il grano, che cacci fuori i piccioli per il Palermo. E qui, visto quello che sta succedendo chez Berlusconi, qualche dubbio è sempre lecito, avendone viste di tutti i colori anche a contratti siglati e controsiglati. Ma la certezza al momento è che il nuovo sbarco degli americani a Palermo dopo il ’43 non ha il volto del generale Patton ma appunto di un certo Baccaglini, fino a poco tempo fa conosciuto per baccanali e baccano, non per capacità imprenditoriali e di comando“.

US Citta di Palermo Press Conference

Tatuaggi –Il ragazzo si presenta con una sessantina di tatuaggi che abbracciano l’ intero spettro della sua pelle. Tra questi spiccano una Madonna sul pettorale destro e la Morte con tanto di falce su quello sinistro, con la lama che azzanna un cuore con su scritto «Paola». Non è ancora visibile al grande pubblico, ma il dettaglio ci è stato confermato da più persone: Baccaglini ha ricamato persino le parti intime, per l’esattezza il suo uccello. Con cosa? Con la sigla della marca di moda Louis Vuitton. Bah, vai a capire perché. Ma tant’ è, da Zamparini si è passati al presidente col pisello colorato e magari è un passo avanti. Chi può saperlo? Certo, il passato non aiuta”, conclude Cruciani.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy