Baccaglini: “A Palermo mi sento a casa. Chiedo scusa, ecco il perché del mio silenzio”

Baccaglini: “A Palermo mi sento a casa. Chiedo scusa, ecco il perché del mio silenzio”

Il presidente rosanero Paul Baccaglini torna a palare dopo diverse settimane di silenzio, ecco spiegato il motivo dell’assenza mediatica del prossimo patron dei siciliani.

Un closing rimandato più volte, entro il 30 giugno però il passaggio di proprietà.

Intervenuto in diretta tramite la pagina Facebook del club rosanero, il presidente Paul Baccaglini ha voluto fare chiarezza sulla sua assenza mediatica delle ultime settimane, un silenzio che non ha fatto molto piacere ai tifosi rosanero: “A Palermo c’è un grande entusiasmo, il calore di Palermo mi ha fatto sempre sentire molto a casa, molto bene e molto felice. Mi scuso con voi se vi siete sentiti un po’ messi da parte, ma non è stato così. Il mio silenzio? Il fatto che io abbia parlato col contagocce è perché per un’operazione di questo calibro era necessario passare per un processo. Io faccio parte di un team e tutti i membri di questi team hanno bisogno di tempistiche per svolgere al meglio il proprio ruolo. Vista la grandezza di questa operazione, c’era questo silenzio da rispettare, perché le fughe di notizie tirano gli equilibri da una parte e dall’altra. Questo non si può fare, occorre chiudersi in una stanza e uscirne solamente quando si arriva a una conclusione augurata da entrambe le parti“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy