Genoa, Masiello: “Atalanta? Ci siamo lasciati bene, ecco perchè sono andato via. A Genova da leader”

Genoa, Masiello: “Atalanta? Ci siamo lasciati bene, ecco perchè sono andato via. A Genova da leader”

L’attuale difensore del Genoa, Andrea Masiello, ha spiegato i motivi che lo hanno portato a lasciare l’Atalanta, rivivendo i momenti iconici della sua carriera

Parla Andrea Masiello

Il difensore del Genoa, che ha lasciato l’Atalanta dopo ben 9 stagioni con la casacca nerazzurra, intervenuto ai microfoni de ‘La Gazzetta dello Sport’, ha spiegato i motivi che lo hanno portato a lasciare la squadra di mister Gasperini, con cui è rimasto in ottimi rapporti: “Scelta sofferta, presa di comune accordo. E ringrazio il Grifone, che mi ha voluto fortemente. Vivo vicino al mare, lo vedo dalla finestra. Sto ultimando i lavori della casa, interrotti per il virus: per fortuna esistono le piastre a induzione, un salvagente in questo momento”.

ADDIO ATALANTA- Premetto che con l’Atalanta mi sono lasciato bene, però non è mai semplice stare fuori: a 34 anni volevo essere ancora protagonista e non avrei mai voluto rappresentare un peso per nessuno. I Percassi nel momento del bisogno mi hanno teso una mano dandomi la possibilità di rinascere. Hanno creduto di poter recuperare chi, a detta di molti, era ormai irrecuperabile: con loro c’è un rapporto unico, fortificato da risultati speciali. Non smetterò mai di ringraziarli”.

GENOA, UN LEADER PER I GIOVANI- “L’ambiente? È caldissimo, come sempre, con una tifoseria pazzesca. E nello spogliatoio c’è aria positiva. Speriamo di ritrovare l’entusiasmo che ci accompagnava prima dello stop. Il mister mi ha trasmesso la sua determinazione per centrare la salvezza, a livello tecnico è preparatissimo. Inoltre è una persona schietta, umana: come me. Nel gruppo mi sento un po’ il “vecchietto”, un leader che non detta legge, ma che cerca di far capire ai giovani che prima del calciatore c’è l’uomo”.

FINALE COPPA ITALIA – : “È una sconfitta che brucerà a lungo. Le lacrime al 90’ furono di dispiacere per la gente che arrivò da Bergamo. Onestamente, nonostante la forza della Lazio, sono assolutamente convinto che avremmo meritato la Coppa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy