Cagliari-Atalanta, Gasperini: “Senza Muriel sarebbe stato difficile vincere. Il Real Madrid? Vi dico la mia”

Le dichiarazioni del coach della Dea

Cagliari-Atalanta

La Dea continua a sognare.

Serie A, 22a giornata: Muriel all’ultimo respiro e l’Atalanta va, vince anche la Samp. Risultati e classifica

L’Atalanta vince in quel di Cagliari e prosegue la propria corsa verso i gradini più alti del campionato. Il coach della franchigia bergamasca, Gian Piero Gasperini, ha analizzato ai microfoni di SkySport la prestazione maiuscola della sua squadra, in particolare soffermandosi sulla lotta Scudetto e sul match di qualche mese fa in cui la sua rosa fu tanto criticata dopo uno scialbo 0-0 in casa dello Spezia di Vincenzo Italiano. Di seguito, le sue dichiarazioni.

Cagliari-Atalanta

“Senza la prodezza di Muriel sarebbe stato difficile oggi. Anche il rigore avrebbe potuto cambiare le cose, ma per fortuna c’è il Var. E’ difficile superare il Cagliari, è una squadra forte fisicamente. Nella ripresa abbiamo dato tanto giocando molto davanti. E se non fosse venuta fuori questa giocata straordinaria di Muriel sarebbe stato difficile vincere. Romero? Ha mezzi importanti, non per nulla è stato acquistato dalla Juventus. E’ giovane e può migliorare. Bisogna fare attenzione con lui su certi atteggiamenti: oggi ad esempio ha preso un giallo assurdo a cinque secondo dalla fine del primo tempo; ogni tanto prende dei cartellini gratuiti. Domenica c’è la partita col Napoli, poi mercoledì la Champions con il Real Madrid: finora non abbiamo avuto tempo di pensare alle competizioni europee. Abbiamo visto giocare il Real, sappiamo che è una squadra forte con giocatori importantissimi, forti e tecnici. Di certo non possiamo pensare di vincere la Champions, ma ne possiamo trarre qualcosa che ci aiuti maggiormente per campionato e Coppa Italia“, ha affermato il tecnico originario di Grugliasco.

Chiosa finale di Gasperini sulla lotta per la conquista del massimo campionato italiano: “Lo scudetto? È difficile. Noi cerchiamo di crescere, la società ha fatto degli investimenti importanti. Il bilancio è positivo in una realtà di grandi debiti. Siamo contenti di ciò che stiamo facendo, per giocare su livelli più altri dovrebbe succedere qualcosa di straordinario. Dopo lo 0-0 con lo Spezia ci hanno criticato, ma è una squadra che gioca a calcio. Il campionato è difficile“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy